Aiutate Musseu stagione 2013

Fratelli a voi tutti che mi seguite chiedo un'aiuto per compiere i miei grandi viaggi "purtroppo" dettati dalla forte spesa !!!
Fisicamente e mentalmente sono pronto a qualsiasi sfida!

Ma essendo padre di famiglia e operaio non riesco a far fronte. Mi rendo conto che i tempi non sono dei migliori per nessuno, ma basta un piccolo contributo da tanti per realizzare un grande sogno!

Aiutate Musseu "donazione" con paypal ( pulsante qui sotto)

oppure mandando un contributo al Banco Popolare conto corrente numero iban IT43N0503459602000000802317 intestato a Murari Giorgio

per info email giorg9@alice.it, cell +393394738161
GRAZIE DI CUORE un abbraccio da Musseu

"vivi questo mondo e vivilo con intensità, con passione.Vivilo con totalità,con tutto il tuo essere....e da quella passione, amore e gioia, diventerai capace di andare oltre "

lunedì 23 maggio 2011

nove colli by night

Quante notti a pedalare, a vivere....il cielo, la luna, le stelle, quanto sei bella notte, sei la cornice perfetta dei miei pensieri, sogni, desideri, dei miei lunghi silenzi e sorrisi.... verso nuovi confini .
21 Maggio, dopo aver staccato il biglietto per parigi con il 600 di Salerno, ritorno al mio oltre, una bella notturna la mitica nove colli by night, quanti ricordi , la mia prima granfondo nel lontano 1990, ne è passato di tempo !!!!
Musseu è cresciuto volato verso nuovi orizzonti , ma è ritornato da te per assaporarti con la notte, la luna , le stelle....e vaiii.
Ore 5 sveglia si lavora fino alle 12 , ritorno a casa.....giro della tavola, armi, bagagli e via verso Cesenatico , al mio fianco come al solito il mio scudiero Claudio , il quale decide di venire solo per compagnia , non è pronto ad affrontare tutta quella salita !!!! ben 3850 metri di dislivello. Io da parte mia dopo una settimana di scarico per smaltire i 7000 mds di Salerno sono pronto , anche se è tre giorni che ho un fastidioso mal di pancia !!!!!
Alle 16,30 siamo a Cesenatico , ad attenderci l'amico inseparabile di avventura, Luigi di Forli, oggi gioca in casa vuole portare a spasso il Veronese sull'appennino romagnolo, ultimi preparativi mega gelato e....il casco caz.. ho dimenticato il casco a casa !!!!! niente paura.... san Claudio interviene prestandomi il suo !!!!
Ore 19,30 si parte , una cinquantina di anime pronte a vivere la nove colli by night, c'è anche Tosi Marco, molti granfondisti alla partenza, tutti curiosi di vedere sti "pazzi" che partono verso la nove colli notturna, non capiscono il nostro oltre, lo rifiutano eticchettandolo come "non ciclismo " !!!!! il vero ciclismo AMATORIALE per loro è giocare a fare i prof......magari anche nel doping !!!!!
Una bellissima sorpresa alla partenza ....è lei o non è lei !!!!! siiiiiiiii la mitica Sabrina Bianchi , l'unica donna italiana che ha fatto la R.A.A.M., mi viene subito d'istinto correrli incontro ed abbracciarla ....grande Sabri....GRANDISSIMA , che emozione ragazzi !!!!
Dopo le solite "menate" cerimoniali si parte.... e vaiiiiiii, una moto ci scorta per una decina di km, si vola verso il Polenta la prima salita dopo 30 km, quattro cambi con Luigi e ci siamo, si incomincia la salita ma non si molla..... ritmo alto e in pochi km restiamo in 5 anime a dettare la via , io Luigi, Marco, un forte randagio e una simpaticissima ragazza che viene dal podismo, poca esperienza di randonnèe ...ma che gamba che ha !!!! Mariangela.
La notte, la mia magica notte è alle porte, li pronta a regalarci infinite emozioni, all'orizzonte il sole e un afoso caldo, dopo il Polenta percorso ondulato per circa 10 Km fino alla località Pian di Spino dove si ricomincia a salire, Mariangela stenta a tenere la ruota di un scatenato Musseu e in una discesa a tutta per recuperare ...rompe un raggio della ruota anteriore......niente paura c'è Musseu che in pochi attimi, sistema e si riparte anche se la situazione è molto a rischio perche le ruote di Mariangela sono di quelle superleggere con pochi raggi....speriamo bene !!!!!!
Terzo colle Ciola, 70 km fatti il discorso si fa serio una salita di 6 km bella tosta, ma la notte con una bellissima Luna e le stelle ci rendono il cammino meno duro regalandoci meravigliosi attimi, al nostro fianco gli straordinari podisti partiti alle 6 del mattino....incredibile 208 km a piedi sul duro asfalto, grandi ragazzi. Discesa verso Mercato Saraceno e su per il mitico Barbotto 5 km con strappi al 18%, e vaiii....si scollina 90 km fatti siamo al primo ristoro, super affollato da podisti e macchine a seguito, da mangiare c'è di tutto di più, un megaristoro da perderci una giornata intera !!!! ci ingozziamo come anatre....abito da sera e si riparte in 4, il forte randagio "annoiato" dal nostro ritmo ha deciso di ripartire prima con un'altro randagio arrivato da dietro, vogliono fare il tempo hanno detto !!!!!!
Quinto colle montetiffi, 5 km con durissima rampa finale , notte fonda una splendida luna che indica la via....bellissimo, cambi regolari in salita e mastro Luigi con la sua megafanalatura da rally ad indicarci la via in discesa, in sequenza Perticara e Pugliano vengono divorati !!!! 150 km fatti, secondo mega ristoro, i podisti ormai sono tutti dietro a parte qualche fenomeno, ad attenderci i gentilissimi volontari e una schiera di curiosi del paese , altra megamangiata , caffettino al bar e si riparte. Lo stomaco si lamenta ma tengo duro .....già penso "cosa vuoi che sia per 200 km pochi attimi e ci siamo ".
Passo Siepi ottavo colle il più facile, dopo lo scollinamento piccola variantella per frana ....si sale da una strada molto sporca e piena di buche, discesa che porta ai piedi dell'ultimo colle il Gorolo idem, mi sembra di essere in Bulgaria.....bisogna stare molto attenti !!!!! Ai piedi del Gorolo troviamo il primo podista ....incredibile già quà, pensare che abbiamo trovato gli ultimi sul Ciola !!!! 2 km di dura salita ci attendono prima del terzo e ultimo ristoro, eccoci...30 km all'arrivo , mi limito a bere qualcosa e si riparte, 1 km al 17% e siamo sopra , un lungo e bellissimo altopiano ci porta ai piedi di Cesenatico, raggiunto con una dolce e attenta planata e pochi km di piano, alle ore 4,30 . Bellissima avventura notturna assieme a tre splendidi amici, Luigi, Marco, Mariangela ( grande futuro da randagia ) e una magica notte....giusti giusti per passare il testimone ai diecimila granfondisti che percorreranno la stessa strada, noi con la notte, la luna, le stelle, loro con il sole, il caldo e spero anche con qualche timido sguardo ai colli e ai megaristori , non solo alla media e al culo di quello davanti !!!!!

giovedì 19 maggio 2011

600 “Opulenta Salerno"..

Randonnée “Opulenta Salerno".....quanto questa terra mi è entrata nell'anima, quanto questo mare mi ha attraversato, persone, emozioni e luoghi, un viaggio ricco di valori, un' oltre ascoltando se stessi.
Ore 5 di venerdì 13 Maggio si parte per la grande avventura il 600 di Salerno, un bel settemila di dislivello, l'ultimo biglietto per Parigi alla ricerca del nostro sud .
Il lungo viaggio per arrivare a Salerno da Verona è circa 800 km , con me Luigi di Forli , un grande amico di avventura.Ore 7,15 , 230 km fatti sono a Forli , cambio vettura e via per Salerno, l'Italia dal nord al sud .
L’estrema varietà di ecosistemi e di paesaggi che attraverso mi riempiono di grandi emozioni , madre natura riesce sempre a stupirmi, il suo oltre è infinito e accompagnerà per sempre questo semplice ragazzo di campagna...eccoci a Salerno , un'infinito mare circondato da dolci colline, lunghe spiagge abbandonate a se stesse, il sole, un bel sole .....il sole del sud.
La prima cosa che noto è che non c'è nulla ma proprio nulla di definito, dalle case alle spiagge al verde.....io uomo del nord dove il "possesso" il confine, sono una regola sono disarmato e meravigliato , una bellissima sensazione sconfinata !!!!!!
Hotel Ancora , luogo del ritrovo e pernottamento , sono le 14 abbiamo tutto il tempo per fare un girello in bici in centro Salerno prima del briefing che si terrà alle ore 20, dopo pochi km desisto....troppo traffico meglio tornare e riposare, anche perche negli ultimi tre giorni ho dormito ben poco e domani alle primi luci del mattino si parte per l'oltre !!!!!
Alle 20 e rotti, la fretta non abita da queste parti !!!! si cena e viene spiegato un po' il tracciato , siamo una cinquantina di anime randagie, le più estreme venute da tutta Italia....bello, bellissimo, un clima disteso, sereno fra amici fino alle 23,30. Poche ore di sonno e si riparte sempre dalla stessa sala , sto giro per fare colazione , ore 6 siamo pronti , ci sono "quasi" tutti i miei amici, mi soffermo ad osservare le varie strategie di gara, chi super leggero come me con bag drop a metà percorso , chi a pieno carico compreso un bel sacco a pelo per la notte !!!!! ognuno la vive a modo suo senza giudicare , liberi di volare , ma con un unico obiettivo, L'OLTRE. Una straordinaria inedita nebbia ci toglie il piacere di gustare l'alba sul mare !!!!! si parte ....e vaiii sono felicissimo, subito davanti a menare per scaldare la gamba , i primi 140 km con puntatina sulla costa Amalfitana sono piatti , da Paestum in poi ci sarà da divertirsi !!!!! Il percorso della randonnée si articola interamente nella provincia di Salerno, proprio nel cuore di quella che è stata la OPULENTA SALERNUM, si fa la valle del Sele per immettersi poi nel Vallo di Diano e raggiungere la Costa Cilentana che con il suo mare, culla e abbraccia il favoloso Parco Nazionale del Cilento .Il primo gruppo è composto da una quarantina di, ciclisti, la nebbia a tratti ci lascia per poi ritornare ancora più cattiva, a turno si tira e i km volano .....100 km fatti primo ristoro , Caseificio La Perla, che spettacolo... mozzarelle di bufala e ricotta appena "partorite"....una delizia , devo scappare da qua altrimenti non parto più !!!!! Mi trascino dietro una ventina di persone , dopo pochi km sterzata a sinistra la strada da piatta diventa ondulata e divertente , il ritmo è buono.....mi sto divertendo , la nebbia ci abbandona lasciando un meraviglioso sole che riscalda le nostre anime , sulle prime salitelle il caldo si fa sentire comincia lo spogliarello , la gamba gira che è una meraviglia non sento la catena e involontariamente faccio selezione da dietro, ormai siamo rimasti una decina al secondo ristoro di Pioppi, 150 km fatti e pochi metri di dislivello , dunque vuol dire che in 400 km scarsi calcolando gli ultimi 55 piatti dobbiamo scalare circa 6500 metri !!!!! Dopo aver inforcato un megapanino con mozzarella e pomodori.....dai "ANDIAMO" Musseu grida , a rispondere al richiamo i tre Luigi , il Toscanaccio Lazzarini, il Salernitano Valiante, Barilari di Forli e un giovanotto di Salerno alla sua prima 600 ma con una bella gamba , il resto lascia preferisce andare al proprio passo, ciao amici miei ci ritroveremo più avanti.

Il caldo si fa sentire e le salite pure, un continuo su e giù da collinette di scarsa pendenza nel meraviglioso parco del Cilento , portano il dislivello totale al 200° km a 2000 metri !!!! Secondo ristoro Bella Orria bar e pasticceria , altro mega ristoro offerto dalla casa un bel piatto di dolci e uno di salati , tutto molto buono, fatto in casa.....mi tocca scappare anche da qua , oggi mi sa tanto che ingrasso !!!! Mentre ripartiamo arrivano altri cinque randagi , i mitici Gambaro, Ijmmy,L'Orso,Mariano e il Re, si saluta e via. Caldo, salite e cani randagi è il menu, mi ritorna in mente il giro della Bulgaria dove l'incubo più grosso erano i cani randagi a muso largo, da mascelle d'acciaio , almeno qua sono a muso lungo !!!!!! Poco prima del bag drop al 315 km , il giovanotto Salernitano, "arrivato alla frutta" privo di esperienza e luci per la notte al cartello indicante 10 km da casa sua desiste ci saluta felicissimo, troppi "oltre" hanno sconfitto la sua mente . I tre Luigi e Musseu continuano il cammino ......eccoci a Terme Cappetta, sono le 19, 315 km fatti per 3300 mds , una bella doccia , cambio abiti e un bel piatto di pasta con patate , ci riarmano , ore 20,30 siamo pronti , arrivano i "mitici"..... ciao ragazzi , il buio ormai è alle porte, si riparte, da qua fino a Palomonte circa 15 km il percorso non è tracciato una variantella all'ultimo minuto non ha permesso di mettere le frecce e nemmeno di aggiornare il file gps , Luigi il Salernitano non conosce questo tratto ....si va di road book, pochi attimi e ne veniamo fuori alla grande. A farci compagnia una meravigliosa luna a 3/4 i soliti "randagi" che con il buio sono ancora più agguerriti e infinite lucciole !!! il quartetto è ben affiatato..... bellissimo, siamo vaganti in questi meravigliosi boschi , oltre ogni confine , con le nostre paure e una penetrante fatica , io e tre meravigliosi personaggi che riempiono la mia anima di gioia .
Padula 400 km fatti, il primo bar che becchiamo ci fermiamo per un adrenalinico caffè tanto per non addormentarsi in bici !!!! Caselle di pittari 420 km fatti per 5000 mds , controllo al bar art caffè , è chiuso !!! l'accordo era che se fossimo passati dopo la chiusura mettevano dei bollini da attaccare sul cartellino vicino all'entrata del bar, nulla di nulla .....va be , di fronte nella stessa piazza un bar aperto, dei ragazzi che si raccontano seduti fuori , in pochi attimi si fa amicizia e gentilmente chiamano il proprietario del bar che abita a pochi passi , incredibile !!!! alle 2 di notte si alza e apre il bar per noi , lasciando i bollini fuori dal bar per il resto della truppa che deve arrivare. La notte avanza e la temperatura cala , dobbiamo vestirci..."caz... che freddo" , in salita si suda e in discesa si battono i denti...alla grande , a subire più di tutti questo freddo è Luigi da Forli , ma non molla continua con noi , Montano Antillia 470 km fatti per 5800 mds ....e vaiii , bar Pierino controllo e ristoro ....ciao !!!! dei miseri bollini da attaccare al cartellino e pedalare !!!!! l'Armata MusLuigi continua imperterrita nel suo cammino nulla può fermarci, l'alba è alle porte e il freddo si fa ancora più intenso , ci resta l'ultima interminabile discesa prima di arrivare a Pioppi , controllo e ristoro al 500° km , il sonno e il freddo mettono a dura prova il quartetto , se non bastasse a mezza discesa fora il toscanaccio .....e vaiii, sono quelli situazioni estreme che mi fan venir da ridere , troppo oltre !!!!! in 15 minuti si riparte ancora più rincretiniti , pochi km e un gruppo di "randagi" ben organizzato vuol farci le feste , adrenalina alle stelle e ruota posteriore Musseu alla "stalle" , fermata obbligata proprio davanti al raduno randagi !!!!! e vaiiiii , il toscanaccio tiene a bada con un timido campanello la truppa a muso lungo, Salerno e Forli fanno cerchio davanti a me mentre cambio la camera, mi cade anche la catena , a fine "missione" mi ritrovo lurido da capo a piedi ...non so come ho fatto nemmeno un bimbo di pochi anni riesce a ridursi in quello stato...strano è solo 24 0re che pedalo !!!!
Si riparte indenni !!!! Pioppi , bollini sul cartellino e via , sono le 6 il sole fa la sua comparsa, ciao mia dolce luna arrivederci alla prossima , telefoniamo ad Alfonso ciclista Salernitano che abita a pochi km sul percorso, 60 km all'arrivo eccolo la sulla strada che ci attende con una mega moca di caffè , grazie amico mio grazie ci voleva , ormai ci siamo..ultimi strappi accompagnati da meravigliosi panorami sul vallo di Diano , picchiata a Paestum bellissimo paese dove resto folgorato da i due maestosi templi , controllo e ristoro , un bel limone caldo per sistemare lo stomaco affranto da tanta fatica !!!! cambi regolari e in un attimo ci siamo , hotel Ancora 590 km fatti per 6800 mds, la Opulenta Salerno è domata in 26 ore scarse, accompagnato da tre grandi personaggi chiamati "LUIGI", grazie ragazzi è stato un piacere pedalare verso l'infinito con voi .
Grazie ciclistica Salernitana a voi tutti per la vostra semplicità, amore verso questo sport e alla vita
"Quei di Salerno il lor lunato golfo, gli archi normanni, tutta bronzo e argento la porta di Guïsa e di Landolfo aveansi in cuore, e l'arte e l'ardimento onde tolse lo scettro ad Alberada Sigilgaita dal quadrato mento."
...“O Salerno, nel duomo dove offerto ti fu da Gian di Procita l'avorio e l'oro sovra i marmi di Ruberto, nell'ombra dove il settimo Gregorio grandeggia, non fanal di capitana, non stendardo d'emiro pel mortorio, non insegna, non spoglia musulmana hai, che tu orni in nome de' tuoi grandi al tuo giovine eroe la coltre vana? Non egli è su la bara che inghirlandi; ma tu lo vedi, quasi fosse apparso. E lo chiami per nome e l'addimandi. Verginità del primo sangue sparso! Ne bevano le sabbie un più gran flutto; ma pur quel primo che sembrò sì scarso risplenderà sul giubilo e sul lutto più vermiglio e più fervido a Colei che sa pianger gli eroi con viso asciutto.”...

domenica 1 maggio 2011

30 ore per la vita

27 Marzo Rescaldina (Milano), dopo il 300 di qualifica della P.B.P. mentre aspetto l'arrivo del mio "scudiero" Claudio , mi si avvicina un ragazzo "ciao sono Colombo Alessandro...tu sei da Verona " io risposi "si" e lui " potresti farmi da staffetta nell'attraversare Verona il 30 Aprile".....ecco come è cominciata questa splendida avventura. (sabato 30 aprile, i tre atleti disabili Alessio Borgato, Alessandro Colombo e Andrea Devicenzi del J-NRG Südtirol Paracycling Team partiranno in bici da Salorno alla volta di Roma: il primo maggio saranno ospiti della trasmissione Domenica In, in onda su Rai Uno. I tre atleti faranno una sorta di staffetta e pedaleranno 200 km ciascuno, unendo simbolicamente l'Italia in questa raccolta fondi in favore di CRI.
'Tale iniziativa - spiega Sibylle Tschager, presidente del Südtirol Paracycling Team - è stata pensata insieme all'associazione Trenta Ore per la Vita Onlus nell'ambito della raccolta fondi in favore di Croce Rossa Italiana per l'acquisto di defibrillatori semiautomatici da installare nelle scuole e nei centri sportivi. Colombo e Devicenzi sono stati rianimati con l'utilizzo di questi strumenti e sono la testimonianza che in caso di arresto cardiaco, un tempestivo intervento con gli adeguati mezzi può salvare la vita'.
'E' una iniziativa dal duplice significato: da un lato il messaggio di sensibilizzazione verso l'opinione pubblica sulla necessità del tempestivo intervento in caso di arresto cardiaco; dall'altra l'esempio dei tre atleti disabili che dimostrano che nonostante l'handicap si può fare molto per sé stessi e per gli altri. In seguito a incidenti stradali in moto, Alessio ha il braccio destro completamente paralizzato dalla spalla alla mano; Andrea è amputato totale di gamba sinistra e ad Alessandro è stata ricostruita la gamba sinistra con l'uso di diverse parti della gamba destra'.)
30 Aprile turno di notte sul lavoro e non ho tante ferie a disposizione , non mi resta che fare un due giorni tirato..... va be sono abituato !!!! ore 6 finisco d lavorare ( serata allegra !!!) , colazione al volo e via per Salorno dove il trio alle ore 8,30 parte per Roma, faranno 200 km a testa , la prima parte Salorno/Bologna verrà percorsa da Andrea Devincenzi , val D'Adige terra dei forti e di Musseu....quante battaglie lungo l'Adige , vento leggermente contrario ma la gamba gira e si vola verso Salorno , telefono a Marco , responsabile " missione" che ci accompagnerà per tutto il viaggio in furgone , ci mettiamo d'accordo che il primo che arriva a Trento telefona all'altro , i miei calcoli sono perfetti appena arrivo alle porte di Trento con una media superiore ai 35 orari ecco il telefono che squilla ....pochi attimi e le nostre anime si incrociano , bello bellissimo ....ciao Andrea ....ciao ragazzi e vaiiiiiii , cielo grigio ma non piove clima perfetto sui 20 gradi , il team è composto , sul furgone Marco, Alessandro e Francesco con webcam per trasmettere l'avvenimento in diretta , io, Andrea e un simpatico Bolzanino che vive a Bologna si pedala !!!! Il vento adesso è a favore i km scorrono velocemente , lungo la valle sono d'accordo di trovarmi con Claudio e poche anime del gruppo, il messaggio non è stato raccolto da molti purtroppo !!!! pochi sanno dare con amore , catturati dal proprio egoismo , tutto ciò che non rientra nei propri interessi viene rifiutato , e poi l'invidia altro brutto "cancro" di questa società ....va be , io da parte mia continuo nel cammino verso L' AMORE , donarsi con gioia è bellissimo mi fa sentire bene... nell'anima , e oggi è un giorno importante , voglio dare il mio contributo a questa causa .
Verso Ala le due Armate si uniscono formando un bel gruppetto di randagi , vento, sole , pioggia nostri compagni di viaggio , si attraversa Verona , per proseguire verso Isola Della Scala , statale 12 ormai sono le 14 un folto gruppo di Mantova ci raggiunge il mio cammino è concluso , Saluto tutta la truppa e ritorno " ciao ragazzi vi voglio bene " per le 16 arrivo a casa , 225 km fatti e tanta felicità , sono un po stanco...leggermente !!!! Qualche oretta di sonno e sarò pronto per un'altro turno di notte !!!!
GRAZIE di cuore a tutti i ragazzi che mi hanno accompagnato , e GRANDISSIMI i tre mitici: Andrea , Alessandro e Alessio arrivati a Roma con largo anticipo !!!
Grazie ragazzi siete un bel esempio .