Aiutate Musseu stagione 2013

Fratelli a voi tutti che mi seguite chiedo un'aiuto per compiere i miei grandi viaggi "purtroppo" dettati dalla forte spesa !!!
Fisicamente e mentalmente sono pronto a qualsiasi sfida!

Ma essendo padre di famiglia e operaio non riesco a far fronte. Mi rendo conto che i tempi non sono dei migliori per nessuno, ma basta un piccolo contributo da tanti per realizzare un grande sogno!

Aiutate Musseu "donazione" con paypal ( pulsante qui sotto)

oppure mandando un contributo al Banco Popolare conto corrente numero iban IT43N0503459602000000802317 intestato a Murari Giorgio

per info email giorg9@alice.it, cell +393394738161
GRAZIE DI CUORE un abbraccio da Musseu

"vivi questo mondo e vivilo con intensità, con passione.Vivilo con totalità,con tutto il tuo essere....e da quella passione, amore e gioia, diventerai capace di andare oltre "

lunedì 30 luglio 2012

V.R.V. TRAGUARDO VOLANTE 2012

Eccomi pronto per la grande avventura lungo le rive dell'Adige da Verona a Resia e ritorno, un'attimo lungo 600 km ......e vaiii con la V.R.V. TRAGUARDO VOLANTE,  la mia anima trasportata su strada !!!
A seguirmi trecento anime, trecento ragazzi con la voglia di mettersi alla prova , di andare oltre confine , di vivere madre natura...emozioni, sensazioni , linfa di vita.....grazie fratelli randagi grazie di cuore !
Una settimana hard per me....tra organizzazione e un ascesso ad un dente che mi costringe a notti insonni e a l'uso di antibiotici per 5 giorni fino a sabato mattina, venerdì l'intervento "liberatorio" che mi lascia una ferita aperta ma almeno si sfoga...che sfiga ! ma sempre positivo; bel test anche questo  !!!
Decido di partire per ultimo, così posso organizzare al meglio la partenza e poi vedrò come butta fisicamente...l'importante è che non vada oltre , questo per me deve essere un allenamento di finitura per Austria !!!
Ore 5.45 il mio compito è finito a parte qualche ritardatario ci siamo sono partiti tutti, inforco la bici e via , con me una ventina di anime che scorto fino all'imbocco della ciclabile , il mio cammino comincia bene le gambe girano e sensazioni positive, mi isolo mentalmente e via per la mia V.R.V.
Importante per me oggi è vedere la resistenza ....peccato per il piccolo inconveniente che non mi permetterà di testare come volevo la giornata, l'intenzione era compiere la v.r.v. e poi andare incontro ai piu lenti fino all'ultimo e accompagnarlo fino all'arrivo !!!
Arrivo a Albisano dopo una lunga trainata solitaria, un tuffo e sono lungo lago,  Brenzone nel togliermi lo spolvero mi vola via causando anche un po di disagio nel gruppo dove sono, mi fermo ....è andata sono di nuovo da solo e sinceramente se pur tira un bel vento contro sono contento !
Percorro tutta la sponda veronese del Garda  fino a Torbole....che spettacolo, lassù il cielo si fa grigio e comincia gocciolare, previsioni meteo pessime....speriamo !
Salita per Nago comincia a piovere, passo san Giovanni strada bagnata e ciclabile scivolosa, pochi metri nemmeno il tempo di pensare..."attento a non scivolare" che mi trovo davanti l'amico Luigi steso perterra dolorante, due ciclisti con lui. hanno già chiamato l'ambulanza, uno dei due è un medico dopo brevi accertamenti dichiara che probabilmente si tratta di rottura del femore, avviso Dario e Claudio, mi assicuro che stia bene, ringrazio i due randagi che rimangono con Luigi fino all'arrivo dell'ambulanza e riparto verso il bicigrill per vedere se possono andare a prendere la bici.
Porca vac.. non ci voleva , percorro il tratto fino a Nomi tranquillo lungo una ciclabile devastata dal temporale della notte prima, di tutto di più con alto rischio di foratura !
Arrivo a Nomi , Matteo responsabile del bicigrill mi assicura che prenderà contatto con i vigili di Torbole e gestirà il tutto...ok adesso sono più tranquillo si può menare !
Riparto verso Salorno secondo controllo/ristoro, il tempo da minaccioso diventa esplosivo e regala vento e acqua a catinelle, anche se non fa freddo....18 gradi !
I randagi vengono messi a dura prova ....di tutto di pù ognuno regala il meglio di se , risalta l'esperienza dei più navigati e "massacra" i novizzi !!!
Sara amica di fisico esile è la prima a farne le spese a Salorno saluta e se ne torna a casa accompagnata da Federica , con loro poi a fine rando verrò a sapere che un' altra ventina di anime lasciano !!!
Al camorso Musseu un tempo così esalta e la macchina imbottita di antibiotici regge se pur con sensazioni strane...come se dovesse venirmi un crampo a momenti !!!
Testa bassa e via, non mi curo di niente macino e trascino con me amici e il tempo che da grigio sul lago di Caldaro si apre in uno spettacolare cielo azzurro con colori incredibili post temporale verso Merano !
Arrivo al controllo 205 km fatti media pedalata 31 orari....e vaiiii !
Giancarlo il mio grande amico di Merano è li pronto , una grande organizzazione messa a disposizione per noi, frecciato benissimo e un controllo curato.....grazie Giancarlo...grazie A.S.D. Merano .
Mi comunica che il primo l'amico Ivano è passato da circa una 20° di minuti " ei Musseu è dura organizzare e pedalare è ? il tuo amico Ivano è già 20 minuti che è passato !" io rispondo " vedrai che prima di Resia lo becco !" La "lepre" la davanti mi da vigore per reggere il ritmo e fare un buon allenamento per Austria, non avrei pensato di reggere così bene dopo una settimana sofferente !
Volo, il tempo instabile ha regalato la ciclabile tutta per noi e si può viaggiare veloci senza nessun rischio !
Silandro il bellissimo ristoro, una baita avvolta da dolci acque catturate da un verde incredibile, la via che porta è su sterrato vero che esalta il tutto, Teresa una dolce creatura tirolese gestisce regalando attimi indimenticabili .
Grazie Teresa ciao al ritorno....fra poco !!!
Via per Resia per la cima coppi del viaggio . verso la sorgente del fiume Adige verso la sorgente di vita , clima perfetto e padre sole che si scaglia sulla val Venosta.....bellissimo, siiii attimi infiniti di vita !
Ivano è sempre la davanti , ma ormai sui lunghi rettilinei che portano a Glorenza scorgo la sua sagoma ! Glorenza eccomi assieme " ciao Ivano!"  con lui Domenico un bellissimo ragazzo molto simpatico con una grande gamba da alta velocità, il terzetto trascina la V.R.V.
Il tratto più duro e più bello è davanti a noi pronto ad essere vissuto , strappi al 20% mettono a dura prova, ma dopo l'esperienza della Valtellina extreme che mi ha "massacrato" le gambe con un 34/30 ,sto giro pedalo con un 34/32 !!!
Lago di san Valentino....lago di Resia , fermare il tempo qua in questo istante, ogni volta che passo di qua faccio sempre lo stesso pensiero.....meraviglioso un inno alla vita , alla poesia, all'amore ! eeeeeee eccoci da Petra, da Stefy&5 , 305 km fatti , tutto perfetto organizzato benissimo, amore tanto amore donato......alieni dell'essere.
Mi cambio completamente e riparto ad alta velocità sulla statale che porta a Glorenza , con me sempre Domenico e Ivano.
La discesa è farcita da raffiche di vento che disgregano il terzetto, Domenico prende il largo e infila la via sbagliata , invece di girare a Glorenza vola come un missile sulla statale, sprovveduto di gps e road book ....ma ! Ivano stanco scende tranquillo....mi ritrovo a Glorenza da solo, tolgo il giubbino e riparto per " Teresa" testa bassa , trovo molti amici che stanno salendo verso Resia...ciao ragazzi e vaiiii !!!  Il tempo regge si sta benissimo...ciao Teresa, ciao angelo tirolese, è ora di un pasto vero che mi porterà a Verona, megapasta e una birra media !!! Arrivano i dispersi Ivano e Domenico !!!
La strada in leggera discesa e il vento in poppa ci fa volare verso Merano.
Ivano è stanco ma regge, Merano 380 km fatti, ore 20,20 il sole lascia, si fa strada la magica notte,  paesaggio fatto di ombre, lucciole e tenebre.
Il terzetto viene raggiunto da Guido e amico....e vaii con il quintetto, cambi regolari si arriva a Salorno , ad aspettarci bike cafè , megapanino...ho ancora fame !!! caffè per tenermi sveglio e via per Nomi , siamo rimasti in tre Domenico e Ivano non si sono fermati ci aspettano a Nomi,  Ivano è "cotto"  preferisce proseguire lentamente.
Trascino i due amici fino a Nomi dove dopo un caffè il ritrovato quintetto è pronto a scalare Brentonico, una salitella dettata dall'anima che nel finale di una così bellissima ciclabile da un "senso alla giornata"......SI LO AMETTO SONO UN PO FOLLE , ma una follia sana che porta alla saggezza...almeno credo !!!
Brentonico, caz... è sempre dura ! discesa tecnica per Chizzola, ormai ci siamo 30 km di val d'Adige piatta prima di arrivare al finale adrenalinico !
Io e Domenico a menare il resto a subire , a Avio mi trovo davanti la luna brilla lassù, l'animale che ho dentro di me chiama...a testa bassa cominciano le danze , 40....45 orari...un km ....due...resto da solo ! due km e arriva come un freccia rossa Domenico....e vaiiii cambi regolari.
Rivoli, strappo ciclabile divorato, Elfi e varie introdotte nel finale ci tengono svegli.
Domenico non sapendo del selvaggio percorso della V.R.V pedala con una bici da 7 kg con ruote da 5000 euro con tubulari ( molto sprovveduto il ragazzo) ha già forato ma con il gel antiforatura regge, anche se ogni oretta dobbiamo fermarci a pompare con la mia mega pompa ! al ciottolato finale lung'adige arriva l'impreco piu esaltante nei confronti di Musseu, una rincorsa amichevole con vafanc...finale !!! Un abbraccio e un e vaiiii a Castelvecchio da l'arrivo finale a Verona , ad aspettarci Dario, le sue prime parole sono stare " ti te si tuto mato " ci siamo !!! Sono quasi le 5 del mattino 23 ore per percorrere la mia V.R.V. (mio miglior tempo 22 ore da solo con macchina a seguito !!!)
Saluto Domenico e inforco la bici, ritorno a pedalare, vado a casa ! la voglia di tornare sul percorso di ritrovare anime amiche è tanta ma preferisco non esagerare dopo quello che ho passato !
Qualche oretta di sonno e sono di nuovo all'arrivo a donare un sorriso un abbraccio, sono felice si respira gioia e amore, tutti contenti ringraziano, importante anche qualche critica costruttiva , che sicuramente colmerà le "lacune" per ritornare nel 2014 ancora più esplosivi !
Che dire viva la vita, viva la V.R.V.......VIVA MUSSEU !!!
Un grazie particolare a Fabrizio e Paolo di Traguardo Volante senza di loro la V.R.V. non ci sarebbe hanno sempre creduto in me e insieme abbiamo partorito questa meravigliosa creatura.
Grazie a Verona Marathon, Dario e Stefano collaboratori nell'organizzazione .
Grazie fratelli , grazie a tutti i volontari che hanno reso possibile il mio sogno
Grazie ai Bicigrill.......un abbraccio forte a Petra, Giancarlo e ASD Merano, Stefy&5, Luca, Claudio, Teresa, Matteo, Bike cafè.
Grazie a tutti gli sponsor : Sovendi, Lebesport, T.V.S., Traguardo Volante, Berner, Paluani.

Un pensiero a lo sfortunato Luigi....a presto fratello in volo on the road ! 

 
 

Come spesso capita con le più belle avventure della vita, anche questo viaggio cominciò per caso.

lunedì 16 luglio 2012

Brevetto permanente del Baldo...farcito !!!

Tre giorni per volare, tre giorni per ritrovare quel benessere interiore, per staccare da quella " follia" quotidiana dettata da persone che non sanno guardare oltre, accecate dal nulla e convinte di essere.....!!! 
Via si vola, il caldo in questi giorni rende tutto più complicato e durante il giorno è quasi proibitivo uscire in bici.....un bel test per le lunghe piane del kansas !!!
Ore 4 del primo giorno, un bellissimo cielo apre la giornata accompagnato da 26 gradi e afa, si parte per un nuovo brevetto permanente , il mitico monte Baldo scalato da sei versanti , i meno trafficati e duri per creare un giro bellissimo alla portata degli "umani" !!!
Primi colpi di pedale tranquilli, sarà un lungo cammino ! arrivo a Caprino...il giorno ha preso forma, sono le 5 e sono già tutto sudato....la vedo dura !!! Prima salita lumini primo tratto con delle belle pendenze, poi "spiana" e si respira, accompagnati da un bellissimo bosco secolare si arriva fino a località sceriffo. Picchiata verso Torri del Benaco , qualche metro di piano lungo il mio amato lago di Garda fino a Brenzone e su dritti per la seconda salita Brenzone/San Zeno 11 km bei tosti con un doppia cifra centrale da veri scalatori !
Che caldo ragazzi.....che afa, il termometro segna alle 8 del mattino già 30 gradi !
Rieccoci a San Zeno e di nuovo picchiata verso Torri, percorro tutto il lungo lago fino a Malcesine dove parte la terza ascesa la panoramica, salitella di recupero per ammirare il lago dall'alto ! picchiata e via di nuovo lungo lago fino a Torbole dove lascio la sponda ovest del Baldo per affrontare una delle due salite a Nord che da Mori va a  Brentonico , l'altra salita a nord è per pochi,  16 km al 10% parte da Nago e porta fino all' imbocco per l'altissimo e finisce.....come punta veleno non è contemplata in questo giro !!!
Quarta salita un 8 km non durissimi ma con pendenza costante attorno all' 8 % !
Il sole picchia duro e mette a dura prova il mio fisico, continue fermate per riempire le borracce sempre vuote, con questo caldo è molto importante bere molto altrimenti si rischia grosso !!!
Picchiata verso Chizzola dove parte la quinta salita cima coppi del brevetto una salita durissima, divisa "mentalmente" in quattro tratti, i primi 6 km che portano al bivio per Prada con pendenze disumane mai sotto il 10%, con strappi al 20%, sinistra per Prada 5 km mai sotto l'8 % , sinistra per Polsa 5 km "umani" e poi il tratto finale 3 km hard di salita epica con tratti di sterrato che portano lassù in mezzo alle malghe....paradiso terrestre .
Una vista incredibile, mi soffermo un'attimo a respirare quel silenzio , quel magico vuoto che sfugge all'infinito.
Un breve tratto di discesa per San Valentino e di nuovo su per 5 km fino a Rifugio Graziani, dove trovo il mondo----via via troppo apparire, senza cogliere l'amore la poesia che madre natura regala, il magico silenzio spezzato dal moderno !!!
Ore 12 sono sul punto più alto del Baldo, un breve tratto in falsopiano, con rischio mega schianto con dinosauri motorizzati, mi accompagna fino a Dossioli dove plano ad Avio. L'inferno mi aspetta 42 gradi con un sole che picchia duro, doccia alla fontana e via lungo la val d'Adige fino a Zuane. Destra, piccolo strappo e sesta salita, su per Porcino fino al bivio per Spiazzi, corta ma aspra, sinistra per Caprino dove mi aspetta un dolce rientro accompagnato sempre da un caldo incredibile, arrivo alla meson molto "acceso" .
Una giornata a bassa quota con un caldo incredibile, un bel test , ne è uscito un bel brevetto permanente: Il Baldo da 6 versanti girando intorno in senso orario da sud a est per un totale di 240 km per 4500 mds , a breve road book per chi volesse cimentarsi in questa impresa !
Ore 4 del secondo giorno, ancora caldo e afa a farla da padrone, sto giro si punta dritti in Austria passando dal lago di Garda, passo Ballino, passo Carlo Magno, passo Palade e Resia , una giornata che fino a Riva è dominata dal caldo poi salendo verso il Ballino ecco il miracolo , il cielo diventa grigio e la temperatura scende, primo mega temporale sulla vetta, si sta benissimo e le gambe girano a meraviglia, discesa per Ponte Sarche e su dritti a Stenno per inforcare la val Rendena, una lunga salita mi porta a Madonna di Campiglio dove un bel nuvolone nero mi da il benvenuto con pioggia e grandine.....e vaiiiii, giù in picchiata a ponte Mostizzolo, Fondo (altro temporale) e su dritti sul Passo Palade dove la coppia Stefy&5 fa la sua comparsa, prove tecniche Austria.....mi accompagneranno per il resto del viaggio, e approfittando del passaggio sul percorso della V.R.V. mettiamo a punto gli ultimi preparativi , consegnando i cartelloni ai controlli e ultime info !!!
Merano mega pasta da Giancarlo (ASD Merano) e via per Resia ormai è sera arrivo al passo...... è in arrivo un mega temporale accompagnato da 10 gradi .
Ritrovo Petra che ci offre una mega cena...uno sguardo fuori ( diluvio) uno sguardo alle previsioni meteo su internet( fino alle ore 4 acqua) .....ok piccolo break si parte alle 4 di domani mattina !!! Per la gioia di Stefy&5 ore 23 si va a nanna per un quattro ore, ore 3,30 colazione uno sguardo fuori...il termometro segna 5 gradi e una fitta nebbia ricopre Resia, ma non piove, fanali accesi macchina a seguito e giù in picchiata verso Nauders, una lunga strada in leggera discesa mi porta in valle , dove un poliziotto mi invita " dolcemente" a proseguire il mio cammino sulla pista ciclabile, 120 km mi dividono da Solden dove parte il mitico passo Rombo che riporta Musseu in Italia .
Una ciclabile bellissima , un continuo su e giù lungo la valle un po a destra, un po a sinistra !!! Accordo con Stefy di trovarsi nella valle di Solden, ogni tanto ci telefoniamo per fare il punto del viaggio, tutto ok fino a che, non rimango isolato dal mondo rimanendo senza credito sul cellulare....e adesso !!! Arrivo come accordo a Oetz dove finisce la ciclabile....telefonare quando arrivi!!! Entro in un distributore chiedo gentilmente se mi concedono una telefonata ....no problem, pochi attimi e ci ritroviamo.
Ecco Solden....ecco il magico Rombo lassu al confine tra terra e cielo.....40 km mi dividono dalla vetta, 40 km di vera fatica, gli ultimi 5 km dopo il casello dove si paga il pedaggio sono durissimi, non finiscono mai , mucche "minacciose" accompagnano Musseu !!!
Ore 12  conquistato anche il Rombo, 10 gradi a 2400 metri di quota , senza fermarmi giù in picchiata a San Leonardo in Passiria , dove trovo un clima perfetto, si vola verso Merano e su di nuovo verso Resia dalla ciclabile....il mio viaggio finisce a Silandro da Teresa alle ore 17 del terzo giorno davanti a un mega strudel con 820 km fatti e 13000 mds.
Ci siamo adesso basta ricaricare le pile per il 15 Agosto e la RAA sarà mia !!!

Questo mondo è una meraviglia. Non c'è niente da fare, è una meraviglia. E se riesci a sentirti parte di questa meraviglia - ma non tu, con i tuoi due occhi e i tuoi due piedi; se Tu, questa essenza di te, sente d'essere parte di questa meraviglia - ma che vuoi di più, che vuoi di più? Una macchina nuova?
T.T.