Aiutate Musseu stagione 2013

Fratelli a voi tutti che mi seguite chiedo un'aiuto per compiere i miei grandi viaggi "purtroppo" dettati dalla forte spesa !!!
Fisicamente e mentalmente sono pronto a qualsiasi sfida!

Ma essendo padre di famiglia e operaio non riesco a far fronte. Mi rendo conto che i tempi non sono dei migliori per nessuno, ma basta un piccolo contributo da tanti per realizzare un grande sogno!

Aiutate Musseu "donazione" con paypal ( pulsante qui sotto)

oppure mandando un contributo al Banco Popolare conto corrente numero iban IT43N0503459602000000802317 intestato a Murari Giorgio

per info email giorg9@alice.it, cell +393394738161
GRAZIE DI CUORE un abbraccio da Musseu

"vivi questo mondo e vivilo con intensità, con passione.Vivilo con totalità,con tutto il tuo essere....e da quella passione, amore e gioia, diventerai capace di andare oltre "

lunedì 28 maggio 2012

R.A.E. !!! V.R.V. X SCARICO

Nooooooo..........Nooooooo.......Noooooooooo !!!
Era da un po che avevo intuito il tutto, ma ora è ufficiale !!!
Non è possibile distruggere il grande sogno del 2012 .....la mia mente vacilla, la mia anima piange alla notizia riportata su facebook dall'organizzazione della R.A.E.


"Bad news - we are having to cancel the 2012 Race Across Europe due to non-payment and cancellations from the riders.
We had been willing to run it on very small numbers as everyone knows, but unfortunately one is not enough (thank you David Rihtaric for all your support).
Good news - the 2013 dates are the 9th to 27th June and we will continue to work on making sure this event happens.
If you want this event to happen you have to commit!
Prices will remain the same for 2013 and we will continue to offer the support option in the last post."



Loro si scusano scaricando la colpa sui pochi iscritti, costretti dopo una lunga odissea dirottare la propria stagione !!!
Ricordo che la prima R.A.A.M. erano in 4 ciclisti....."La prima Peri Fosse non stop  in 10 anime " :))
Non si possono compiere grandi gesta se si esita o si pensa eccessivamente, si rischia di perdere l'occasione per realizzare l'impresa e per "loro" dopo due anni di  rinuncia è andata...non si farà più !!! 
Musseu ....... accusa il colpo ma reagisce, il grande appuntamento del 2012 sarà la "proibitiva" R.A.A.:  il perimetro dell'Austria, una ultracycling per camosci !!! 2200 km per 28000 mds con 100 ore di tempo......la vedo dura ma mi stimola ! 
Per prepararmi ho in mente un trittico "devastante" che mi porterà sulle grandi vette alpine !
2/3 Giugno un brevetto partorito da me che passerà alla "storia" l'anello del Brenta + il Tour D'Ortles un 450 km per quasi 10000 mds , il 16/17  Bormio Extreme 460 km per 13000 mds, e il 15 Luglio il Monte Grappa Challange farcito, portando il brevetto a ??? versanti.....e vaiiiiiiii.......se reggo sarò pronto per il grande viaggio !!! 
Dopo la "grande" notizia sento il bisogno di evadere per ritrovarmi, resettare e ripartire !!! 
E chi meglio della "mia" VRV può ridarmi l'equilibrio per ripartire !
Sabato 19 Maggio ore 15 dopo lavoro ( 6/12) mi preparo per farmi un 24 ore inmerso nel mio mondo lungo la "mia" VRV. con accordo con Stefy&5 di trovarsi da qualche parte domani in mattinata per andare assieme a Resia per accordi con comune per rando  !!!
Da solo io e madre natura....non chiamo nessuno, saluto la famiglia e via, mi porto a presso tutto l'occorente per essere autonomo, ne approfitto anche per completare il file gps del percorso della VRV...... Si parteeeeee, arrivo al palazzetto dello sport di Verona, percorro tutta la ciclabile fino a Rivoli, Albarè,Castion e giù in picchiata sul lago di Garda......ritrovo il sorriso catturato da tanta poesia....siiiiii liberi, il vento mi aiuta e volooooooo, fermate ai  bicigrill di Nomi per ultimi accordi e un bel gelato e alle ore 21 a Salorno un bel piatto di pasta.
Ore 1.30 sono a Merano, 220 km fatti è ora di staccare un po, lassù sul Resia mi aspetta una grande alba che non voglio perdere e ho bisogno di un microsonno per ripartire carico !!!
Giro Merano alla ricerca di un posticino da poter tranquillamente rilassarmi senza essere "indagato" .....ECCOLO una bella rotonda con aiuola interna , siepe come riparo e una soffice corteccia come materasso,entro all'interno deposito la bici a fianco a me, borsello come cuscino e avvolto nel telo termico mi sdraio ad ammirare le stelle....bellissimo. Una notte speciale, sembra il cielo più bello della mia vita, con stelle che sembrano tante lucciole alla ricerca dell'infinito spazio !!!
Ore 4 il freddo prende corpo su una splendida giornata, BRRRRRR,... via si ritorna a pedalare.
Mi alzo, come "d'incanto" mi ritrovo davanti a me un giovanitto ! uno sguardo stupito.... ma che caz... ci fa questo qua a quest'ora.... un timido sorriso e ognuno prosegue sul proprio cammino !!!
In alto il cielo azzurrissimo fa da contrasto al grigio contorno delle vette, accarezzato da un gelido vento, osservo rapito; il mutare di colori e forme sulla roccia , la vitalità delle verdi praterie, il tambureggiare delll'Adige che si tuffa a valle, RESPIRO.........RESPIRO,  tutto intorno a me è VITAAAAAA.....SOLE  o padre sole eccoti a ridare forza al nostro cammino.
Si risveglia la val Venosta, i primi umani. una terra dagli "odori" forti , terra difficile ma di una poesia unica, lacrime di gioia sul mio viso, troppa GRAZIA regalata in questa stupenda alba sulla val Venosta !
La strada dopo Glorenza diventa difficile ma nulla puo ferirmi, arrivo lassù al confine tra la terra e il cielo, cullato lungo le sponde del lago da un forte vento gelido osservato da "excalibur" arrivo in paese a Resia, a stento riesco a scendere dalla bici dal forte vento....ore 8,30  è ora di colazione !!!
Ecco l'hotel Edelwisess punto di controllo e ristoro della VRV.....ritrovo Petra che dopo un dolce abbraccio mi dona una ricca colazione. Mezzora e sono pronto per il ritorno giu in picchiata a Lasa.


Vento contro in piena discesa non riesco a scendere più dei 30 orari !!!
Lasa , fermata d'obblico al bicigrill , coca e una mega fetta di sdrudel offerta dalla mia amica Teresa del Radtreff Fischeich, telefono a Stefy&5 per vedere dove sono, pochi km e li ritrovo....il mio viaggio è finito .







Sono pronto per un nuova avventura chiamata R.A.A. 

Sono pronto a regalare una grande VRV a chi avrà voglia di andare oltre il confine.    

lunedì 21 maggio 2012

La 1000 km Brancaleone

Mercoldì 2 Maggio son passati 10 giorni dalla 24 barra 16 e mi ritrovo ancora qua a Villafranca del Piemonte da Paola e Piero per un altro incredibile progetto partorito da Piero, un 1000 km selvaggio in autonomia totale....la 1000 km brancaleone !!!
Sto giro si esagera..... carico la bici come un mulo e viaaaa per un 1000 selvaggio , con me non lo scudiero ma un vecchio/giovane amico Mauro, che con due 200 km nelle gambe nel 2012 prova a varcare il confine dell'oltre !
Mattina di Giovedì 3 nel cortile di casa Piero tutto è pronto per la grande avventura...una trentina di anime pronte a osare 1000 km di libertà e poesia !
CHE MERAVIGLIA RAGAZZI....sto giro c'è una grande Armata Brancaleone, Jimmy il tritatutto che se pur con qualche problemino è presente, Massimo....il "grande" podista un macina km incredibile, Elio che dopo la PBP non lo ferma più nessuno, Mauro lo scaligero pazzo !, i fratelli Mazzucchelli onnipresenti in tutte le rando mai stanchi, la coppia mitica Capellani e Orsenigo sessantenni di ferro, Rota il folle, Fulvio il fakiro l'anima del movimento rando, Micronauta la stella delle rando un bel personaggio che con la sua passione e scritti a avvicinato molti ciclisti al mondo rando....me compreso , Massimiliano il rallysta svizzero, Fagiano un randagio adatto a "succhiare" la linfa di chi trova lungo il suo cammino ( ma molto simpatico....un personaggio !!!) Silvano parakito il tuttologo sul fai da te nel mondo rando ! due ragazzi in mtb con ruote grasse, Danilo e Giovanni che hanno scelto questo 1000 per allenarsi per una grande avventura che andranno a fare in Patagonia la terra rossa un 4500 km per 65000 mds !!! ....e naturalmente il trio l'anima dell'armata brancaleone io, Michele e Piero. ( mi scuso per il resto della truppa che non cito che ha condiviso qualche attimo con me in questo cammino..... non ricordo i nomi ! )


Longo è lo cammino,
ma grande è la meta!
vade retro satan
vade retro satan
vadre retro satan

Longo è lo cammino,
ma grande è la meta
vade retro satan
vade retro satan
vade retro satan

Contro o sarracino
seguiamo il profeta!
vade retro satan
vade retro satan
vade retro satan

Seguo il profeta
la nostra cometa
vade retro satan
vade retro satan
vade retro satan

Senza armatura
senza paura
senza calzari
senza denari
senza la brocca
senza la gnocca
senza la mappa
senza la pappa
senza cavallo
né caciocavallo
vade retro satan
vade retro satan
vade retro satan

Senza armatura
senza paura
senza calzari
senza denari
senza la brocca
senza la gnocca
senza la mappa
senza la pappa
senza cavallo
nè caciocavallo
longo è lo cammino
ma grande è la meta...

ANDIAMO miei prodi un grande viaggio ci aspetta....lassù il sole ci indica la via verso il vivere, la libertà, la nostra KIRGHISIA
Incontrare il mondo oltre i confini del proprio sapere nel territorio dell'infinito.
In un paesino di poche anime , circondato da paesaggi da favola parte la nostra avventura.
Le nostre ruote ora a destra ora a sinistra incontrano alberi giganteschi lunghe praterie e dolci colline, l'armata viaggia compatta fino all'addio anticipato del "folle" trio ( Micro/Para/Marco) una foratura li lascia al proprio mondo, al pedalare lento ! ( finiranno la loro impresa con un 500 km già programmato alla partenza).
Il cielo regala colori pastello,confondendosi con la terra in una lunga sfumatura,
alberi, colline col passar dei km cambiano forma.
Arrivano le prime salite l'Armata "esplode" diventa una danza di "folletti" che si trovano poi si lasciano, ognuno con il proprio essere, passo, consapevoli che il viaggio è dentro di noi accompagnato da attimi condivisi con altre anime viaggianti.
Prima di sera si scollina sulla cima coppi del 1000, il passo Penice.......eccoci in valle.
Dopo una mega spaghettata di gruppo scende la notte, il fascino di un mondo per pochi dove tutto diventa magico, catturati dal selvaggio sconfinati in borghi sconosciuti si pedala tutta notte, l'armata viaggia spedita verso il giro di boa , 430 km fatti , ritorna la luce, la lunga via Emilia e il traffico danno il via a un piatto ritorno, passano le ore e il sonno, la stanchezza penetra dentro i meno allenati di noi, le fermate ai punti di controllo diventano troppo lunghe per un Musseu in cerca di nuovi confini.
Al calar del sole decido a malincuore di lasciare l'armata per cavalcare la via in cerca di quella forma che mi dia la forza di compiere la grande impresa di Giugno , la RAE !
Dopo una cavalcata con Massimiliano trovato lungo la via e accompagnato fino al ristoro di Poviglio al 600° km con me si aggrega Piero e Fulvio, che lasciano truppa e "Fagiano" al proprio destino.
Il nostro cammino costante ci porta a notte fonda a Novi Ligure, vento, freddo e un percorso nervoso ci mettono a dura prova, la cecità al sonno ormai diventa importante e Fulvio non regge, lascia concedendosi un lungo sonno.
Noi due anime perse ritroviamo il giorno ormai a casa, ma il tempo passa in fretta, arranchiamo su ogni strappo sfiancati dal percorso e dall' "enorme" peso della bici ( la mia pesa circa 20 kg).
A pochi km da Villafranca si passa dal paese dove è nato il movimento randagio in italia nel lontano 1990 , Campiglione Fenile, foto ricordo e via per l'ultimo ostacolo della giornata un due km al 15 % , la salita alla Rocca....... si vola !!! e si arriva a Villafranca da "eroi".
ARRIVATIIIII......in 55 ore non stop senza dormire 1000 km per 7500 mds e vaiiiiiii, un buon allenamento per la grande sfida.
Ad attenderci Paola con amiche che con amore ci rimettono a "regime"
In ordine sparso da veri randagi prima di sera arrivano, Jimmy con Michele, Massimo e i fratelli Mazzucchelli, Massimiliano, Fagiano e a notte inoltrata ore 24 compiono la grande impresa anche la coppia Verona/Torino, Mauro/Elio.....GRANDIIIIIIIIII.....i due eroi a ruote grasse DANILO e GIOVANNI arrivano alle tre del mattino, chiudendo il grande viaggio dell' Armata Brancaleone !!!


Solo chi trova il coraggio di seguire le proprie emozioni,
per quanto folle sembri, potrà sentirsi libero!

Fai respirare l'anima !!!

mercoledì 9 maggio 2012

24 barra 16

Come sempre i grandi brevetti nascono da una grande persona.
Piero.. la mia dolce metà  dell'armata brancaleone ( visto che la 24 ore del Montello per il 2012 non si farà) partorisce LA 24BARRA16 ....e vaiiiii !!!
Un circuito di 37 km per 450 mds a Paesana un piccolo paese ai piedi di una bellissima montagna...il magico Monviso.
Venerdì 20 Aprile si parte per Paesana, non posso non esserci !!! con me lo scudiero, verso sera eccoci a casa di Piero e Paola, saluti baci abbracci, che gioia rivederli, megacena....tutti a nanna domani si mena.
Sabato 21 ore 6 dopo una super colazione parto con Piero per la grande sfida, il progetto è riuscire a percorrere 16 giri, cioè 600 km per 7200 mds.
Per riuscire in questa impresa dovrò esprimere il meglio di me, i miei limiti mentali e fisici !!!
Il tempo dopo una settimana grigia con tanta acqua ci regala una mattinata bellissima, un cielo limpidissimo azzurrissimo .
Paesana quota 600 metri ore 7 , la temperatura è sui 10 gradi , lentamente arriva tutta la truppa , circa una trentina di partecipanti, fra loro la magica Ausilia la dama del nord (catturata da un mondo estremo chiamato Alaska) correrà con una mtb con ruote grasse !!! il Seba la sua dolce metà, sto giro  presente ma infortunato resterà con noi per un po e poi rientra a casa , il Re Michele il mio grande amico di Pinerolo, sempre alla ricerca dell'infinito , di mete stimolanti che diano un senso a questo mondo storto !
Ore 8 tutto pronto, foto ricordo e vaiiii si parte, primo giro di studio per memorizzare il percorso, fra noi anche dei granfondisti, pronti a mettersi in gioco su lunghe distanze !!!
Il circuito è di una bellezza unica , una lunga dolce discesa, un po di ondulato per poi finire il giro con una salitella di 5 km  chiamata colletta di Paesana !
Arriviamo al primo scollinamento , timbro e via a tutta, restiamo in due il resto opta per un ritmo piu lento .
Ritorna la Colletta il " granfondista" che ho assieme la prende a tutta .....lascio fare, il mio pilota automatico mi dice di restare tranquillo !!!
Resto da solo io e il magico Monviso, tutto cio che mi circonda è molto stimolante, resto a girare su l'ora e 10 minuti per giro.
Al quarto giro comincio a doppiare, comincia la colletta ecco il mio scudiero, già bello cucinato , ultimo giro per lui poi sarà sul traguardo a farmi da assistenza, riprendo anche il "granfondista" bello cucinato anche lui.
La mia diventa una cavalcata solitaria alla ricerca dei mitici sedici giri.
Da dietro nessuno a voglia di spingere alla ricera dei 16 giri!!!
Lentamente doppio tutti a parte Piero e Michele....che ritrovo dopo 10 giri belli tranquilli ad un ristoro offerto a Barge da un negozio di bici ( grazie ragazzi) !
La grande Armata Brancaleone si ricompone e il buio cattura la scena, la mia mente vola, tanti ricordi di grandi battaglie con questi due straordinari amici.
Ormai mi sento "sicuro" di riuscire nella grande impresa , di esagerare oltre non mi interessa , preferisco vivere qualche attimo fra noi.
Attimi intensi vissuti al limite in una notte fredda e magica , dove l'unica rimasta a girare a parte noi tre è " Alaska" e vaiiiiiii mitica Ausilia !

Il silenzio della notte sul percorso verso l'infinito, noi nudi da tutto, da tutti, persi per la strada, nei nostri sogni, con l'anima colma di farfalle e di una leggera brezza di folle giovinezza !


L'alba spezza questo incantesimo regalando altra energia al nostro stremato confine , ritorna la vita , ritorna la folla, ormai ci siamo ultimi attimi di pedale .....ore 7,45 dopo 23 ore e 45 Musseu compie i 16 giri, Musseu scrive un'altra pagina da ricordare !!!
Piero e Michele saranno gli unici a riuscire nell'impresa....e la GRANDE AUSILIA con la sua mtb riesce a volare a quota 12 tutto il resto si ferma a quota 8 !
La magica Paola e la mia metà Piero anche sto giro sono riusciti a stupirmi per la sua grande anima,
Una grande avventura 
Grazie allo scudiero e a tutto il team barra 16 per tanto amore e poesia .