Aiutate Musseu stagione 2013

Fratelli a voi tutti che mi seguite chiedo un'aiuto per compiere i miei grandi viaggi "purtroppo" dettati dalla forte spesa !!!
Fisicamente e mentalmente sono pronto a qualsiasi sfida!

Ma essendo padre di famiglia e operaio non riesco a far fronte. Mi rendo conto che i tempi non sono dei migliori per nessuno, ma basta un piccolo contributo da tanti per realizzare un grande sogno!

Aiutate Musseu "donazione" con paypal ( pulsante qui sotto)

oppure mandando un contributo al Banco Popolare conto corrente numero iban IT43N0503459602000000802317 intestato a Murari Giorgio

per info email giorg9@alice.it, cell +393394738161
GRAZIE DI CUORE un abbraccio da Musseu

"vivi questo mondo e vivilo con intensità, con passione.Vivilo con totalità,con tutto il tuo essere....e da quella passione, amore e gioia, diventerai capace di andare oltre "

giovedì 30 dicembre 2010

VOLANDO VIA.....BUON ANNO

...un altro anno sta volando via..che bella che è la vita mia.
Ho guardato intorno con sguardo attento..
Ho sentito il profumo nel vento , la gioa nell'amare , la fatica nel pedalare ..
A volte ho tentato anche volare.
Ho provato ad evadere oltre l'infinito ..
...Ho persino pensato di essere capace di nuotare .
Ho vissuto la montagna , il mare...continuo a cercare..la semplicità e la gioia di amare.
Questo amore sempre più difficile da trovare
eccolo...madre natura è l'amore che il mio destino è andato a cercare .


BUON ANNO ANIME IN CERCA D'AMORE

lunedì 27 dicembre 2010

RAPHA500/5 , 102 km di follia !!! finished brevet


27 Dicembre 2010 ore 6,30 eccomi qua pronto a compiere l'ultimo viaggio verso la RAPHA500. Impegno "massacrante" visto le condizioni meteo che ci sono state , acqua e vento ...manca solo il freddo polare e siamo a posto !!!! oggi ultimo giorno utile per poter compiere l'impresa , da stasera si ritorna al lavoro , sono stanco ma c'è il Baldo che mi aspetta , fuori la temperatura è quella giusta per andare oltre, anche oggi ci sarà da soffrire.... chissà lassù sul Baldo !!!
Si parte .... abbigliamento da super freddo e via , buio pesto , mi accoglie un cielo stellato , sembra quelle notti d'estate , quando ti siedi fuori per vedere cadere le stelle…ma siamo a 4 gradi sotto zero !!!!
Percorro la mia Valpolicella in relax , tranquillo , il freddo è penetrante a fatica riesco a tenere a temperatura mani e piedi ....e sono appena partito, speriamo bene !!!
Strappo di Zuane 30 km fatti , comincia albeggiare il Baldo è li a pochi passi avvolto da un bianco, candido manto di neve , il termometro segna -6 ....comincia la scalata verso l'infinito !!!!
Oggi la gamba non spinge , triturata da acqua e vento ormai è alla frutta .... tanto vale prendersela tranquilla .Il silenzio avvolge ogni cosa, mi sembra di essere in un altro mondo....rapito da tanta poesia , mi immergo in una solitudine positiva, che ti rende nudo di fronte alle tue scelte, eccomi qua dove io voglio essere , dove madre natura mi porterà a scoprire il mio io le mie paure , sentirmi vivo , riuscire a percepire ogni singolo attimo . Nella mia vita o smesso di pensare, domandarmi il perché delle cose , vivo...emozioni...attimi ,lasciandomi travolgere dall'istinto e dall'amore .
I km scorrono lentamente , la neve mi indica il cammino e un maestoso sole fa la sua comparsa riscaldandomi l'anima , bellissimo , travolgente , tutto perfetto .....ma il freddo si fa padrone di ogni cosa... il termometro mi indica - 8 gradi , mi tocca rimettere lo spolvero leggero .
Spiazzi .....deserto totale tutto chiuso caz.... mani e piedi ko , niente te caldo...niente scongelamento alle periferiche !!!! sinistra per Graziani , la strada diventa una pista di pattinaggio ...ma si sale senza scivolare , catturato da quel mondo , se pur al limite continuo con la speranza che almeno a Novezzina sia aperto il bar , quota 1200 -10 gradi , a stento si pedala e la strada è chiusa , si prosegue ....a piedi di corsa , batto mani e piedi , canto , sssssss....tutto tace, silenzio...un meraviglioso silenzio , sto delirando !!!!
La mia mente comincia a vacillare , mi accorgo che sono "oltre" di un bel po...e solo con madre natura. Giorgioooo......!!!! molla l'osso è ora .... si è ora , vorrei mangiare ..fare una foto , far pi... niente tutto complicato.... bisogna scendere in fretta " aiutoooooo" , metto addosso tutto quello che ho , caz... non riesco allacciare lo spolvero , non pensare... agire e basta , bisogna scendere in fretta , quanto rimpiango le mie ruote chiodate , bisogna scendere e basta !!! Viaaaa , tengo frenato e pedalo stando attendo ai numerosi lastroni di ghiaccio , dopo pochi km la sensibilità di qualche dito delle mani ...SALTA , va be ne ho 5 per parte , i piedi sono stecchiti , il resto ok . Lentamente mi sto ricoglionendo , parte la vista , vedo tutto sfuocato...il freddo si sta impossessando dei miei occhi , arrivo a Spiazzi ....ancora tutto chiuso , viaaa.... bisogna scendere in fretta , viaggio sospeso ,tutto sembra irreale scendo a memoria , la strada ora è veloce , arrivo località Platano , finalmente si pedala...a tutta verso lo scongelamento , bellissimo tutto si riarma e la vista prende coscienza , il desiderato " bar " non serve più voglio solo pedalare , pedalare ...resto vestito e pedalo , 120 pedalate al minuto , verso la meson !!! Arrivo con 102 km fatti e 1200 mds , SIIIII RAPHA500 ....missione compiuta , è stata dura ma bellissimo .
Dal 23 Dicembre al 27 : FATTI 552 KM E 6500 MDS , ACQUA,VENTO E FREDDO SONO STATI I MIEI COMPAGNI DI VIAGGIO VERSO L'OLTRE !!!!!

domenica 26 dicembre 2010

RAPHA500/4 , 230 KM , GARDA E LE VALLI DEL VENT !!!!!


26 Dicembre terza uscita della RAPHA500
Ore 4,30 apro la finestra della camera....beneeee piove e ci sono due gradi !!!!
Oggi ho pensato per il progetto RAPHA500...a due mie creature a cui sono molto legato, il lago di Garda all'alba e la mitica ciclabile della val d'Adige , territorio V.R.V.
Come non potevo dedicare anche a loro un mio pensiero !!! rinviando a domani con il sole ( così dice il meteo ) la scalata al maestoso Baldo . Chiudendo il "mio" Dicembre alla grande con la "conquista" della RAPHA500 e il passaggio da tutte le perle che madre natura mi regala "al mio paese ".
Garda e Ciclabile della V.R.V. aspettatemi che nulla può fermarmi !!!!
Sono le sei , tutto pronto si parte ....rampa dello scivolo e viaaa on the road , buio pesto .
Quarto giorno consecutivo che piove caz.... finirà prima o poi ....giornata umida , scende qualche fiocco di neve , avvicinandomi al lago la temperatura cala fino al numero 0 !!!!
Lago di Garda , Lazise , sono le sette 30 km fatti , l'alba fa la sua comparsa...incredibile le strade sono asciutte e il cielo poco minaccioso, in compenso è venuto a trovarmi il mio amico "Peler" con un impeto !!!!!.... mi viene in mente il racconto di ieri di Fabio "Un forte vento contro mi ha fatto penare tutto il ritorno " ci siamo eccolo qua in tutto il suo splendore !!!!
Ma Musseu oggi gira che è una meraviglia , la gamba è bella tonica , se pur rallentato non subisco sono sempre in spinta e VAIII... non piove in un balzo sono a Torbole pronto a inforcare la val del vent , la valle del Sarca .....la strada per arrivare all'inferno , mi fermo un attimo mangio una banana e provo a chiamare Fabio , magari è in zona e vado a trovarlo .... non risponde !!!!
Via si prosegue , il deserto totale regna in questi luoghi di questo periodo, non trovo nessuno per strada e i bar sono tutti chiusi .
Freddo , vento e salita mi rendono il cammino molto duro , prima di Vezzano una micidiale rampa travolta dal vento mi porta ai tre orari inclinato a destra per non cadere , ma mi rincuora un cartello che dice 10 km a Trento , dove il mio cammino invertirà rotta .... dovrei andare a gonfie vele... 135 km fatti , 135 km contro vento e freddo , sono a Trento ......e vaiii prendo la mia ciclabile e voloooooo, senza pedalare si viaggia ai 35 orari una figata , meglio approfittare perchè verso le 13 di solito gira !!!! ...testa bassa e giù a tutta , sempre sopra ai 40 orari , in un'attimo mi trovo a Rovereto , vento sempre a favore , gamba che spinge , arrivo a Rivalta , 30 km da casa , pausa caffè ...finalmente un bar aperto !!!! si riparte... destra Adige ,dalla bellissima ciclabile, accompagnato da un timido raggio di sole che fa ben sperare per domani ,ore 14,30 sono a casa , con 230 km fatti e 2000 mds .
Il progetto RAPHA500 ormai è cosa fatta , domani il grande giorno , sono a quota 450 km fatti ne rimangono 50 , e vaaiiii ..... Baldo aspettami .

sabato 25 dicembre 2010

RAPHA500 /3 , 0 km

25 Dicembre è NATALE.
La nascita di Gesù,un grande uomo che ha portato AMORE , tanto AMORE .
Questo AMORE si è perso per strada , lasciando il posto a una festa per abbuffarci e alleggerire i portafogli.
Io spero che cambi questo mondo..... torniamo alla semplicità e all'AMORE.

RAPHA500 / 2 ... 178 km... giro della val ....umido !!!!


Qualche ora di sonno e sono pronto , fuori niente di buono nebbia e piove....strano !!!!!
La temperatura è gradevole , decido di viaggiare abbastanza leggero , spolvero in gorotex e un bel copri scarpe anti acqua !!!
Ore 7,30 sono in bici ...via in cerca di avventura, con il tempo che c'è è garantita !!!!
Puntatina in val d'Adige , luogo a me molto caro , dove il silenzio , il contatto con madre natura è sempre vivo , valle dalle numerose ascese verso l'infinito .... !!!! Prendo la ciclabile a Sega , salto giù da Rivoli e ci sono , 20 km fatti.....60 km sono a Chizzola ee.....sono già "finito " l'incessante pioggia e la compagnia di un forte vento contrario hanno fatto il suo corso , mani, piedi e gambe in ammollo , rasoiate dal vento !!!!
Sinistra verso il Baldo , senza strafare..... solo un piccolo cenno di salita !!!! oggi non è giornata di alta quota , piove anche lassù ....non mi va di vivere l'alta montagna senza il mio adorato manto bianco che mi faccia compagnia !!!!
Prendo l'infernale salita che punta dritta verso Brentonico un 10 km bei tosti con parecchi strappi al 20% , nebbia, acqua e una umidità pazzesca ....ma sempre meglio di quel vento devastante che mi ha portato fin qua .
Brentonico .....piccola pausa , banana .barretta ,il tempo di " asciugare con una strizzata copriscarpe e guanti e via giù in picchiata verso Mori , il passaggio a Torbole lo faccio sulla bellissima ciclabile che oggi è" sommersa" il bacino è una palude spettrale , strano !!!!!
Torbole ...lago di Garda ....immenso ....fiabesco ....sempre per sempre incantato da tanta poesia ,
Eolo è con me temperatura mite e smette anche di piovere ....e vaiiiii ,levo lo spolvero in gorotex e respiro ....respiro , si vola , senza tanta fatica la mia velocità è sempre sopra i 30 orari ...meno male !! la val d'Adige ha lasciato il segno , troppe ore in ammollo i muscoli delle gambe sono devastati , arrivo a Torri Del Benaco 120 km fatti , ricomincia a piovere e di brutto , sinistra per San Zeno di Montagna , visto che ci siamo....massacriamoci totalmente , già domani è Natale e si riposa in famiglia... almeno fino nel tardo pomeriggio !!!!
Primi metri di salita...non si spinge caz.... è un calvario , mai sopra i 15 orari ma non mollo , sensazioni al limite ma sono sereno e tranquillo , la mente guida quel fisico rinunciatario , come mi capita di solito quando sono in questo stato, la salita presa tranquilla ti aiuta nel recupero !!!! 4 km e sono a Albisano ....su dritti verso San Zeno di Montagna , nulla più mi ferisce isolato nel mio mondo , macino km e recupero, arrivo al Sceriffo , mangio l'altra banana che avevo con me e giù in picchiata verso Caprino . Fortuna che il clima è gradevole altrimenti oggi sarebbe stata molto dura , freddo e acqua formano una coppia che ti porta al tracollo , sto giro se pur bagnato fino all'osso si resiste !!!!!
Caprino , mi restano 30 km di piano e di acqua sempre più cattiva per arrivare alla meson , dove arrivo alle ore 15,30 con 178 km fatti e 2300 mds ....siiii via verso l'infinito .
Prosegue il mio cammino verso i 500 km di oltre della RAPHA500 , arrivato a quota 220 km , si riprende il 26 Dicembre con...... il Baldo innevato ....e vaiiiiiiii

giovedì 23 dicembre 2010

RAPHA500/1 si parte con 42 km la peri/fosse del TRITTICO !!!!!


Sul Blog di Fabio amico randagio, "TROVO" questo : (Sull' onda del successo di Graeme Raeburn, product designer Rapha, che l' anno scorso aveva percorso 1000km in una settimana durante le festività natalizie, l' azienda londinese ha tirato fuori dal cilindro questa simpatica iniziativa. Il regolamento è semplice, una settimana di tempo, dal 23 al 30 dicembre 2010, per percorrere in sella alla propria bicicletta 500km.Vige l' autocertificazione stile randonnée con relativa pubblicazione in rete dei progressi svolti tramite gli appositi mezzi. Chi, tra tutti i partecipanti, sarà in grado di trasmettere ai lettori qualcosa in più con il suo modo di interpretare questa sfida, sarà premiato con uno splendido Deep Winter Training Bundle, del valore di € 385.00. Infine, i primi 100 a completare i mitici 500km riceveranno lo stemma in tessuto creato apposta per l' evento) grazie Fabio.... sempre alla ricerca dell'infinito ,questi 500 km gli voglio fare extreme "infiniti" non tanto per ..fare.....!!!
Per incominciare alla grande .... via con la "mia amata" 9 km notturni al 10% verso il cielo e vaiii sempre oltre , la Peri/Fosse del trittico invernale !!!!
Ore 18 del 23 dicembre si parte per la "notturna" , sono due giorni che piove , nonostante ciò la truppa è ben nutrita !!! siamo ben in 5 .....e che 5 !!!!!!! il mio grande amico Francesco , QUANTO VISSUTO ASSIEME , maratoneta e ciclista , grande spessore umano e extremista all'infinito , viene a fare la scalata a piedi ...., ci troviamo a Peri ore 19 , Roberto e Fabio due ragazzi del team Battaglin con grande entusiasmo e voglia di andare oltre ....due bei personaggi molto diversi fra loro ma con grande anima .....è quello che conta per vivere il mondo randagio e poi il mitico Claudio , la nostra amicizia è super.... grande persona e grande "scalatore "!!!!!! parte da Peri mezzoretta prima così pressappoco arriva con noi .
Via si parte, io , Fabio e Roby , loro con la mtb con ruote grasse, io in specialissima "ingaggiata " all'ultimo momento visto le temperature molto alte che hanno sciolto tutta la neve .
Si viaggia tranquilli verso la val d'Adige , il buio è totale e il traffico idem !!! non piove per il momento , "enormi" buche e " cicerone" Fabio ci tengono svegli !!!!! si arriva a Volargne dove manco a dirlo entra un terzo ..... il vento !!!! e che vento.... rabbioso e multi direzionale il peggiore , quello che ti sfianca a fuoco lento , per fortuna Peri è li a pochi passi , ad attenderci Francesco....è difficile descrivere le emozioni, le gioie di un rapporto di amicizia come il nostro , CIAO AMICO MIO "andiamo" , comincia a piovere , SENSAZIONI allo stato puro , io e Francesco saliamo assieme come ai vecchi tempi , via che lui è a piedi !!!! nulla ci distoglie da vivere quell'attimo intenso quei 9 km ,catturando tutto quello che madre natura ci offre, 50 minuti di adrenalina pura, linfa di vita per andare oltre ....bellissimo, Fabio e Roberto salgono più tranquilli in compagnia......e Claudio ? partito 20 minuti prima l'abbiamo "sverniciato" al 5 km e lasciato al proprio destino di sublime vissuto . Arriviamo a Fosse ....madonna come piove , ma non c'è freddo appena arrivati troviamo Ennio e Nicola due amici ciclisti che sto giro hanno preferito venire solo a mangiare una pizza in compagnia , hanno i nostri ricambi , al volo ci cambiamo e aspettiamo il resto della truppa , felicissimi ecco che arrivano Fabio e Roberto....e vaiiii GRANDIIIIIII, E..CLAUDIO ? eccolo che arriva....GRANDISSIMO AMICO MIO ,arrivato sopra senza mettere addosso niente gira la bici e via giù in picchiata verso Peri !!!! che dire ....per me è un po folle .
Pizza a Peri , bellissimi momenti di vissuto .... impresa da parte di tutti , grande anima e voglia di vivere emozioni , 42 km e 1000 mds di oltre !!!!

domenica 19 dicembre 2010

Sdruzzinà ......

19 dicembre .....appuntamento con sua maestà la Sdruzzinà , mandato sms a tutta la truppa , vediamo sto giro chi ha voglia di andare oltre....!!!! ok Claudio mio fido scudiero...il resto tace ,resta in sospeso un sms di risposta " con che bici " del mio grande amico Mauro Zanca , è dalla Bulgaria che non pedala !!!! ma non c'è da stupirsi per lui nulla è impossibile a cuore e gambe ...vedremo !!!!
Ore 7.00 tutto pronto , il termometro segna -8 gradi e il cielo è coperto , brrr... che freddo , armato fino ai denti mi allungo fino al luogo di ritrovo , aspetto fino alle 7.30 ...... va be :)) .
Telefono a Claudio "ciao amico mio ci troviamo lungo la salita " 40 km ......per arrivare a Ala , la mia mente mi guida verso ghiaccio e freddo rendendo il viaggio magico , il silenzio regna , la natura tace ingabbiata da una morsa di sopravivenza , arrivo a Volargne , val d'Adige dove fa la sua comparsa un forte e freddo vento contrario ...e vaiiii , poco prima di Dolcè mi fermo x togliere un po di indumenti , il mio fisico comincia a carburare.... ha bisogno di respirare e poi la temperatura è leggermente salita siamo a -6 !!!! mentre sono fermo passa una macchina.....mi saluta .... è Mauro , che piacere rivederlo , va fino a Peri in macchina , riprendo a pedalare , pochi km e le nostre anime si incontrano , eccoci di nuovo insieme a vivere un'altra grande avventura , un pezzo D'Armata Brancaleone , ricordi di vita attraversano la mia mente , il filmato dell'oltre con la mia Armata con persone di grande respiro , Piero , Michele ....pedaliamo e parliamo , vento freddo e ghiaccio restano a farci compagnia , a pochi km da Ala troviamo Claudio ( partito alle 8 da Peri) che ritorna .....!!!! rinuncia troppo brutto il tempo lassù verso l'infinito , ( viene in macchina a farci da supporter ) effettivamente alzando lo sguardo verso il cielo si nota chiaramente il bagliore di una bufera di neve che si sta scagliando contro sua maestà !!! .....figooooo ,emozioni , sensazioni a mille oggi ci divertiremo alla grande !!!!
Ore 9,30 , curva a destra ci siamo attraversiamo l’incantevole borgo di Sdruzzinà , decisi e felici si parte per l'infinito !!!! i primi 500 metri sono su carreggiata molto stretta però le pendenze mai sopra al 5%, neve e ghiaccio regnano già e lassù è sempre bufera , primo km fatto , la strada si fa molto severa e un bel cartello al 20% ti da il saluto “se vuoi affrontare la salita sappi che questo è ciò che ti aspetta ”. Passato il ponte le pendenze si attenuano e si mantengono pressoché costanti intorno al 10% fino a poco prima delle gallerie al 6km.....meraviglioso !!!! io, Mauro e madre natura in tutto il suo splendore, attimi vissuti al limite carichi di emozioni ,a nord un’ottima vista su tutta la Val d’Adige,silenziosa e lieve volteggiando la neve cade,comincia la danza bianca nell'ampio cielo ,in mille forme , tutto d'intorno è pace,vorrei fermare il tempo restare sospeso in quel paradiso, strada completamente ricoperta da un dolce manto bianco dove la ruota affonda il colpo , ogni rumore viene percepito,amplificato, vissuto .
Respiro.....respiro....la fatica, l'anima di Mauro e Claudio e di lei sua maestà che è li con noi , una danza incredibile verso l'infinito , 7° km fatica...tanta fatica per tenere l'equilibrio su quel aspro muro al 20% ricoperto di un spesso manto bianco , si sale al limite....come viene , stiamo volando in quel bosco secolare , 9° km ne siamo fuori le pendenze diventano più umane anche se la neve ormai diventa importante , io con le chiodate viaggio tranquillo ma Mauro a da far le sue per non scivolare .
11° km Sega di Ala , ad attenderci il nostro angelo custode Claudio , si entra in baita , un bel te caldo e una mega fetta di strudel prima di scollinare , attimi bellissimi vissuti con due grandi amici , si riparte....3 km e siamo sopra 1400 metri di altitudine il termometro segna -6 , siiiii..siamo sopra , siiiii.... siamo sopra il mondo , siiii..... anche quest'anno siamo qui a festeggiare l'inverno con lei . Ci mettiamo addosso tutto quello che abbiamo e in più Claudio porge un caldo piumino arancione a Mauro ( poco vestito ), si scende ....sempre molto attenti alle numerose trappole , 10 km e siamo a Fosse , piedi e mani nonostante siano ben imbottiti sono super ghiacciati a stento si regge . Qui le nostre strade si dividono io un 19 km di planata verso Negrar e loro la Fosse /Peri discesa tecnica e ghiacciata !!!! dove Mauro ha la macchina e Claudio gentilmente (come sempre) accompagna , un grosso abbraccio .......ciao amici miei arrivederci alla prossima avventura verso l'oltre e GRAZIE DEL VISSUTO CHE MI AVETE REGALATO .......SIIIIIIIII

domenica 12 dicembre 2010

Passo Del Branchetto

La neve ti fa sentire allegro , la neve purifica , la neve scalda i cuori e rende tutto magico .
Mese di Dicembre, mese che dedico alle mie montagne , "il trittico" con le tre salite più aspre e poi....!!! due mete d'obbligo , passo Del Branchetto e monte Baldo .
Oggi 12 dicembre giornata fredda ma di un azzurro unico decido di vivere "neve e montagna".... si vola verso il passo Del Branchetto, un centinaio di km intensi . Alle 8,30 tutto pronto , via verso Montecchio, quattro km di salita tanto per scaldarmi un po , picchiata verso Grezzana stando attento alle "trappole" di ghiaccio !!!!!
La temperatura non va mai sopra lo 0 , ma ho con me tutto quello che serve per star bene , incomincia la lunga scalata verso l' infinito passando dalla bellissima e dolce salita di Lughezzano
stradina immersa nel magico verde della Lessinia , poche case e tanta natura , poco prima di Bosco Chiesanuova la neve fa la sua comparsa , il paesaggio si carica..... si colora d'argento, poi man mano che "sorge" il sole l'argento diventa oro. E' uno spettacolo incredibile, mi fa sentire bene . Attraverso Bosco Chiesanuova , 11 km mi separano dal passo Del Branchetto , 11 km di vita di abbandono totale verso quella natura primitiva , non accompagnato da tutte quelle comodità che ci privano di ogni sapore ma io e il mio caval de fero , cogliere il mondo " cerchiamo di liberarci dai nostri condizionamenti e riconquistiamo ciò che ci fa rivedere le stelle"
Il continuo sfrecciare di noiosissimi mezzi moderni non mi distoglie dal meraviglioso paesaggio..... la luce del sole dipinta sulla neve , il penetrante fruscio del vento ...arrivo a passo Branchetto , 50 km fatti e 2400 mds , picchiata verso Campo Silvano passando da Conca dei Parpari , resto incantato da tanta MERAVIGLIA ,percorro l' altopiano fino a Sant'Anna ......che felicità .... dell'anima , planata e sono a casa .

mercoledì 8 dicembre 2010

PUNTA VELENO 8° EDIZIONE

8 Dicembre il giorno di "Punta Veleno" .......tutto partì 8 anni fa pedalando lungo il Garda io el Sio grande amico di avventure passate . Arrivati all'imbocco della salita a Brenzone ,con tono schersozo dissi "vuoi vedere la madonna !!! dai che andiamo a fare punta veleno " el Sio rispose " gnanca bon " .......!!!!!! da allora ogni anno l'otto Dicembre con qualsiasi condizione meteo si fa punta veleno , salita dura da digerire in condizioni favorevoli .....figuriamoci di Dicembre con neve ghiaccio e freddo !!!! "l'umano" si spinge fino ad un certo punto oltre non va , c'è sempre la scusa buona .....la testa frena...e mi trovo quasi sempre da solo !!!!!
A farmi compagnia sto giro il mio amico fedele Claudio (vedi Scanuppia) che scalatore non è .....ma ha "testa" da vendere !!!!! mi aspetta lungo la salita , così almeno viviamo un tratto assieme .
Ore 8 sono sul luogo del ritrovo ..... magari arriva qualcuno !!!!! il cielo è grigio ma non piove , ci sono 6 gradi si sta benissimo , zero ciclisti , zero umani, solo io e la mia voglia di vivere , di andare oltre verso quella linea sottile dell'infinito, sono felicissimo , sorpresa....passa Claudio in macchina si ferma " ciao amico mio ci troviamo lassù verso l'infinito "
Testa bassa e viaaaaa , mtb con ruote chiodate e un bel zaino pieno di tutto di più,
50 km km di piano mi separano da Brenzone ... l'MP3 e luoghi a me molto cari mi fanno compagnia fino sul MIO Garda .... che meraviglia .... che spettacolo .....assaporare la leggera brezza del Peler , respirare ,viaggiare sull'onda della mente verso l'immenso , zero traffico , uno spettacolo unico sui monti del bresciano ricoperti da un dolce manto bianco e leggere nuvole sfumate verso l'orizzonte .
Eccomi a Brenzone ci siamo .....sono da te , oggi è il nostro giorno , chissà cosa mi regalerai , lascio il lungo lago e salgo verso contrada Castello che sorge su un'erta collina sotto il Monte Baldo . Un balcone sul lago ,confine di terra ciclabile , da Castello in su di Dicembre osano solo le aquile eeeee......Musseu !!!!! tre km per cambiare passo , curva secca a destra .....18% e vaiiiiii , primi passi verso l'oltre , ottime sensazioni e un certo snob verso quel 18% dopo aver vissuto da poco il 31% di Scanuppia , ma l'esperienza mi insegna che meglio parlare lassù dove oggi regna un dubbioso nebbione " LASCIATE OGNI SPERANZA, VOI CH’ENTRATE.”
Prima curva e primo cartello , 7 km alla vetta pendenza media 17% , volo al secondo cartello 6 km alla vetta 17% pendenza media !!!! tutto ok rapporti da vendere e gambe in gran forma , Terzo ....5 km alla vetta 16% pendenza media , neve sui lati strada bagnata ma pulita , trovo Claudio , che bello...... le nostre anime si intrecciano in vissuto per un centinaio di metri , qualche foto eeee..... ciao alla prossima del trittico grande guerriero !!!!!
Quarto cartello 4 km alla vetta , la strada ormai è ricoperta da neve bagnata che non lascia scampo , a stento riesco a pedalare , una folta nebbia mi avvolge " eccoci all'inferno " rendendo ancora più arduo e epico il cammino verso l'infinito ..... sensazioni a mille sono immerso in quello che io voglio " vivere libero l'amore di madre natura " pochi metri e mi tocca scendere da bici , non c'è verso si scivola troppo ....via a piedi ...ci sarà da sputare sangue , cerco la neve fresca per poter affondare in sicurezza il mio 45 , si fatica e tanto ...ogni movimento viene amplificato vissuto , pendenze mai sotto il 15 % , neve pessima bagnata e scivolosa , però....non c'è freddo , mi levo i guanti e lentamente avanzo nelle tenebre , non si vede più di 10 metri e sono tutto bagnato ...ore 11 arrivo al cartello tre km alla vetta , !!!!! mi avvolge una grande sensazione di libertà e di potenza , spazio con lo sguardo...il corpo affonda i colpi .... la fatica governa..... vivere lontano da tutto la libertà di confrontarsi da soli, tu e lei , tu e la neve … in fondo tu e la paura: quel piccolo sapore, quella piccola follia che ti prende la testa e ti inebria l'anima quando il gioco si fa duro , i silenzi , i rumori degli animali e dei corsi d’acqua ...... la libertà di essere ciò che sei veramente, senza filtro…tutto questo è magia, magia pura…
Due km alla vetta , neve sempre più alta , sono stanco , camminare sulla neve bagnata , su pendenze oltre il 10% con scarpe da bici spingendo el caval de fero è durissima e se non bastasse ogni km mi tocca fermarmi per pulire la zavorra di neve che si impacca fra scarpe e copri scarpe in gorotex.
Ore 12 sono sospeso su quel costone di roccia su quella linea sottile sopra il lago a 500 metri dalla vetta , strada piana ma non c'è verso di salire in bici troppo..... tutto !!!!! pochi metri eeee.... mi butto per terra , respiro profondamente....... siiiiiiiiiiiiiiiiiii , GRANDEEEEE CHE BELLO CHE GIOIA .
Foto di rito .... plano verso il mio " ristoro " un bar a Prada Alta dove ogni anno mi fermo per bere un bel te caldo e vestirmi per discesa .
Dopo circa 20 minuti sono pronto per tornare alla meson , di Claudio nessuna traccia ma sono tranquillo sa il fatto suo e so che arriverà , comincia a piovere e di brutto , nebbia e pioggia cosa vuoi di più dalla vita ..... 20 km di discesa !!!!!! Ma chi se ne frega ... e vaiii, spicco il volo a tutta verso Caprino dove mancano 30 km piatti , ore 13,30 sono a casa mi sento tranquillo e appagato.. una gran pace e un'intensa armonia mi riempie l'anima .
Ore 14,30 telefona Claudio è arrivato... è felicissimo ....GRANDEEEE ...GRANDISSIMO caro amico sei un sognatore e per questo sei invincibile.