Aiutate Musseu stagione 2013

Fratelli a voi tutti che mi seguite chiedo un'aiuto per compiere i miei grandi viaggi "purtroppo" dettati dalla forte spesa !!!
Fisicamente e mentalmente sono pronto a qualsiasi sfida!

Ma essendo padre di famiglia e operaio non riesco a far fronte. Mi rendo conto che i tempi non sono dei migliori per nessuno, ma basta un piccolo contributo da tanti per realizzare un grande sogno!

Aiutate Musseu "donazione" con paypal ( pulsante qui sotto)

oppure mandando un contributo al Banco Popolare conto corrente numero iban IT43N0503459602000000802317 intestato a Murari Giorgio

per info email giorg9@alice.it, cell +393394738161
GRAZIE DI CUORE un abbraccio da Musseu

"vivi questo mondo e vivilo con intensità, con passione.Vivilo con totalità,con tutto il tuo essere....e da quella passione, amore e gioia, diventerai capace di andare oltre "

lunedì 28 gennaio 2013

Gennaio....giro Lago di Garda

Sono pronto.....ore 5, fuori la temperatura è di meno 5 gradi, una bellissima luna piena brilla lassù e il magico buio a fare da contorno !!!
Via si parte in una grande cavalcata, il giro del mio amato lago di Garda !
Giornata molto fredda dunque abbigliamento "super collaudato" adatto per temperature " siberiane"
Ecco la mia Valpolicella, la via che porta al lago, i vari termometri disseminati lungo la strada e la difficoltà del mio fisico a carburare mi fanno capire che oggi non si scherza con il freddo....-4-5 fino al lago, raggiunto dopo una serie di variantelle scalda muscoli.....e vaiiii !!!
O adorata Luna grazie per quei attimi infiniti di poesia, la mia mente vola in un fantastico riflesso di ricordi che vagano nella mia anima .
Arrivo lungo sponda a Bardolino, 50 km fatti, l'alba prende forma e un timido sole riscalda il mio cuore.
Fatica, tanta fatica a far tutto, mani piedi, battito e polmoni messi a dura prova, la temperatura non si schioda dai -3 !!!
Comincia la risalita lungo la sponda Bresciana, i primi gruppi ciclistici della zona mi accompagnano fino alle prime gallerie, zona di confine per gli amatori Bresciani .
Eccomi di nuovo da solo con panorama mozzafiato e vento da capotto, il freddo molla un po ma il forte vento ristabilisce il clima "siberiano" , arrivo a Riva del Garda, si punta dritti verso la meson. Da Torbole vento a favore....meglio menare prima che giri !!!
Aiutato da un terzetto di pro con andatura perfetta per Musseu ( un altra musica rispetto ai gruppetti di amatori che "rifiuto" di aggregarmi per il pedalare a singhiozzo che hanno !!! ) in un balzo sono a Torri, loro salgono per Albisano io dritto lungo lago....180 km fatti, avverto una certa "cottura" lentamente ore di freddo mi hanno penetrato e prosciugato, avrei bisogno di un bel bagno tropicale per ristabilire il clima ideale dentro di me, ma ormai siamo arrivati resta solo la mia amata Vapolicella e dunque avanti tutta verso la meson !
Vento leggermente contro e gambe vuote, mi fanno assaporare gli ultimi km, ci sono..sono stremato e affamato, 230 km fatti per 2000 mds, niente di che ma abbastanza per mettere a dura prova un Musseu in fase di decollo !!!

O Luna piena dispersa nel cielo ovunque tu sarai io ti cercherò per vedere il riflesso del mondo con i tuoi occhi, il tuo sorriso e dolcezza

venerdì 18 gennaio 2013

Verona Resia versione invernale

Ore 5 del 13 Gennaio 0 gradi....giornata fredda e grigia ma dentro di me splende un caldo sole, siiiii è ora di partire per la mia Verona-Resia versione invernale !
Da anni voglio realizzare questo piccolo viaggio, la via Claudia Augusta d'inverno tutta d'un fiato..con il freddo, il ghiaccio, la neve, il silenzio, io e lei, arrivare lassù in cielo dove il confine è piu vicino al mio essere .
Al mio fianco in macchina lo scudiero, il grande Sancho Panza !
E' dall'Austria che non mi segue, oggi è in versione emergenza, in caso di  problemi altrimenti ci vediamo ai bicigrill per un caffè e a Resia per festeggiare una grande stagione !
La gamba gira e i km scorrono veloci, stregato da questa valle che mi regala una pace interiore immensa....si volaaaa.
Arrivo a Rovereto-Trento, neve e ghiaccio fanno una timida comparsa per poi lasciare verso Bolzano.
Un leggero venticello contrario, tutto perfetto come promesso io e lei a sfidare il freddo inverno, lei tutta ghiacciata mi regala attimi adrenalinici a ripetizione !!! io devo forzare l'andatura se voglio arrivare lassù prima che faccia buio, impossibile pedalare di notte su queste strade con la bici da corsa !
Eccomi a Merano , ad aspettarmi lo scudiero e il mitico Giancarlo sempre pronto a regalare un sorriso
Attimi di relax davanti ad un bel piatto di pastasciutta , si discute della stagione 2013 progetti e sogni...via si riparte la pasta è digerita !!!
Si danza lungo la val Venosta dove canta il fiume "d'argento" saltellando follemente lungo una via senza ritorno. diamanti attorno a me, il mio sguardo si inerpica vertiginosamente per catturare tutto l'essere di questa magica serpe che porta lassu dove nasce l'amore..
L'anima si riempie d'energia, trasformando il mio cammino esplosivo, solo con madre natura corro, corro verso il cielo, siiii.....freddo, ghiaccio, neve, volano sospesi sotto le mie ruote.
Che gioia, che felicità.....sono innamorato di madre natura e nessuno potrà rubarmi questa poesia !
Glorenza, ormai è sera, il sole avverte e la magica notte mi sta aspettando....nooo oggi no non posso vivere con te...oggi nooo devo arrivare lassù prima del tuo arrivo.
Salita con strappi al 18% mi mettono a dura prova , la fatica sin'alza ai massimi livelli, fredda è l'aria che riempie i miei polmoni, avverto il forte battito del mio cuore , tutto gira in sinnergia per compiere questo miracolo chiamato vita .
1200 metri di quota neve e ghiaccio riempiono la strada costringendomi a proseguire a piedi, il sole saluta , pochi attimi per le tenebre , mi metto a correre su una pista di pattinaggio con scarpe da bdc, una follia, corri Musseu e vaiiiiiii so per certo che prima del lago di San Valentino c'è una via di fuga verso la statale, devo arrivarci prima del buio, corro, cammino il silenzio attorno a me , neve, circa trenta cm, sprofondo, il cammino diventa piu pesante, macchinoso, dovremmo esserci...siii ci siamo, la via di fuga, scarpe completamente ricoperte di neve ghiacciata, meno tre gradi, mi siedo lungo il ciglio della strada, cerco qualcosa che possa scalfirlo almeno dove ci sono le tacchette per agganciare i pedali, a fatica riesco nell'opera, accendo le luci e salto sul mio caval de fero per volare verso Resia. ATTIMI INDESCRIVIBILI lucciole indicano la via lungo il lago ghiacciato, mi sembra di vivere in una favola, quelle favole che ti raccontano da bambino dove tutto è perfetto , il posto ideale dove vivere questa giornata !
EXCALIBUR mi chiama, si ci sono, MI FIDO DI TE..... via insieme in questi ultimi metri di POESIA.



domenica 6 gennaio 2013

Stagione 2012....the best by Musseu

Stagione 2012 un anno straordinario....incredibile, sempre in crescita, vedremo dove andremo a finire....forse sulla luna !
Mi sto divertendo e il mio fisico mi ascolta..avanti tutta con madre natura !
Il mio progetto Race Around Austria è andato alla grande e mi da forza per continuare verso il sogno.
Una cosa è certa Musseu non molla e non mollerà mai, la mia vita è fatta di poesia amore, libertà.
So che il mio destino è scritto chiaro, Musseu è oltre e la resterà , non importa se andrò in America o Alaska....vorrà dire che ho sbagliato qualcosa o non sono pronto, non mi piace attribuire l'insuccesso a fattori esterni, la colpa è sempre dentro di noi e ci resta solamente di capire cosa non è andato e crescere, lottare per arrivare.
La stagione 2012 è finita sulla mia salita....LEI la Peri/Fosse in versione notturna non poteva finire diversamente era scritto.....!!!
Riassunto della stagione in cifre....ringraziando tutte le anime che mi sono state vicino, che mi hanno aiutato a crescere e donato il proprio amore.
Grazie Traguardo Volante....Fabrizio e Paolo
grazie TVS.....Pa e Luca
grazie Sovendi....Bruno
grazie Gorebikewear
grazie Vaude
grazie Davidoss....Leo
grazie Lebesport....Marcellina
grazie Sidi
Un GRAZIE particolare a chi mi ha seguito fisicamente in questo viaggio....
Lo scudiero....Claudio
Stefy&5 distributore indipendente Herbalife


Stagione 2012 in cifre


Km totali : 31.000
Dislivello : 420.000 metri
RACE AROUND AUSTRIA 2200 km x 30.000 mds ultracycling
Valtellina Extreme 480 km x 14.000 mds
Due giri in solitaria da 1000 km x 18.000 mds
24 ore del Monviso 600 km x 5000 mds  in 23.30
La 1000 Brancaleone 1000 km per 7000 mds
La mia VRV 6 volte    600 km x 4500 mds
Una decina di uscite sui 600 km e un sacco di dislivello
Una decina di randonnèe
Scalata "solo" 32 volte la Peri /Fosse
Scalata 8 volte la Sdruzzinà
Scalata 7 volte Punta Veleno
Scalata 1 volta Scanuppia
Scalato il Monte Baldo un 30 di volte
Brevetti permanenti : i 9 Petali del Monte Comun, 6 versanti Monte Baldo, Trinferno Baldo Lessinia
Giro del lago di Garda 12 volte
SALITE IMPORTANTI: Stelvio, Gavia, Mortirolo, Bernina, Giovo, Rombo, Sella,Gardena, Fedaia, Giaù,Manghen, Passo delle Erbe, Pennes, Mendola, Palade, Resia, Pian de Fugazze, Monte Grappa,Bondone,Croce Domini, Maniva....e tutti i passi Austriaci a partire dal numero uno sua maestà il Grossglockner.
Chiedo scusa a tutti i "pazzi" che mi son dimenticato di citare !!!

 
Nel sogno

Finché la mia anima non cavalcherà l'onda
sfiorare l’immenso contro vento libero in volo
fin dove il mare si confonde con il cielo
Lotterò sfidando l'oceano per sprigionare l'attimo
per superare l'infinito la libertà dell'essere
Vivere ogni giorno come fosse l'ultimo
libero da ogni pensiero che mi porto dentro
Silenzio....l'anima inizia a volare
sono solo come sempre in questa giornata
senza fermarmi senza ritorno mi lascio trasportare
Un giorno imparerò a volare verso l'infinito come l'Aquila
per arrivare in alto....oltre ogni cielo.....oltre ogni universo.


UN ABBRACCIO FRATELLI E...AVANTI TUTTA

mercoledì 2 gennaio 2013

Peri/Fosse in notturna 29/12

Scanuppia lascia il segno e vola via lasciando posto ad una poesia


Attimi di luce svelano
la magica notte
tenerezza avvolta dal buio
e da un manto stellato
attraversato d’amore.
Brilla lo sguardo
scosso dalla salita
si espande lento nell'anima
come un treno di desideri
volatilizzati.





Mentre il mio destino
sale nel pensiero
su strade oscure
e siepi d’amore
Fatica e sudore
s’attorcigliano aspettando
la vetta all'infinito
Ci sono...cosa sono
gioia, tristezza
viaggiano quassù
come il sbocciare di un fiore.




Grazie fratelli della splendida serata...festeggiare un'anno da ricordare con la mia salita "poesia e amore in volo" e voi grandi anime li pronti a regalare un sorriso, un attimo di vita !
Grazie a tutti voi che seguite Musseu, che tifate Musseu, che amate Musseu
Essere se stessi in semplicità l'arma della felicità
Buon 2013 a tutti un abbraccio da Musseu






Racconto dell'amico Fabio

                                                      Video

martedì 1 gennaio 2013

Scanuppia...un giorno di ordinaria follia ! 29/12

Mese di Dicembre....come ogni anno mese di grandi salite vicino a casa...dopo il Trinferno, San Giorgio e Baldo, la mia mente elabora il Top game, la salita più dura d'Europa ..mis Scanuppia, scalata già nel Novembre 2010...così per dare un senso alla giornata !!!
Dopo aver scalato il Baldo il 26 pochi giorni mi rimangono ! unico utile che non lavoro sperando nel bel tempo sabato 29 dicembre...detto fatto, via si parte !
Cielo bellissimo e temperatura mite, cosa vuoi di più !
Parcheggio la macchina pochi km prima di Rovereto, una ventina di km per scaldare il "motore" !
Vietato sbagliare su una salita del genere, 7,5 km con 1400 mds, pendenza media 18% !!!
Arrivo a Besenello alle 9,30 il sole è già alto, poco dopo il paese si gira a destra prendendo una stradina al 18%....e vaiii, porta ad una cava...nessuna segnaletica, vietata alla bici, vietata con neve e ghiaccio, vietata ai non residenti....ok per Musseu !
Un ponte divide i "due mondi", oggi si presenta bene...15 cm di ghiaccio a tutta strada, per attraversarlo...a piedi con bici mano sinistra e con la mano destra attaccato al guardrail !
Ci siamo ecco la sbarra a mezzasta....subito cattivissima al 25 % e per due chilometri non molla di un centimetro ...anzi ha due strappi di 50 metri al 31% . Mooolto cauto, lascio un pò di margine al respiro, arrivare sopra oggi con il ghiaccio e la neve la vedo dura...impossibile !!!!
Velocità al limite del ribaltamento 4 orari , rigagnoli di asfalto pulito e gambe esplosive mi permettono di cavalcare l'onda ! le ruote chiodate fanno il loro sporco lavoro, zigzagando salgo....ragazzi il contachilometri parla chiaro 25 /26%.
Primo km fatto, ecco un pezzo da PAURA, con alberi in mezzo alla strada, curva secca a destra, nooooo.....sei al limite alla ricerca disperata di mollare un po e ti trovi davanti un muro !!!!
Va be....dai 4 orari passo ai 3 cerco di andare su più piano che posso, ma il ghiaccio mi ferma e a fatica riesco passare a piedi.!!!
Riparto ( una parola ) sella piantata fra le natiche alla ricerca della via meno scivolosa , meno male che la strada ritorna al 25 % si "respira " gamba già finita, secondo km curva secca a sinistra e vaiiii altro drittone al 25% , 3 /4 orari non mollo, qualche leggera sbandata ma non cado.
Sul lato sinistro le cappellette della via crucis scandiscono i chilometri ....certo che non potevano essere messe in un posto migliore !!!!
La bici ogni tanto s'impenna anche se sono posato sul manubrio .
Dopo il terzo chilometro la strada diventa una pista da pattinaggio, sono stanco voglio mollare, Noooo cazz..! ogni tornante spero sempre.... ma il conta chilometri non va mai sotto il 20% . 5°o km l'inferno davanti a me, "Giorgio lascia ...c'è l'America nel 2013" ...avanti tutta !
Strada sempre più pericolosa,  devo continuare a zigzagare, qualche tratto a piedi e su !!!
Vai con le chiodate, strada sterrata....ecco dovremmo esserci, so che manca poco, trovo un tratto dove non vedo "via di fuga" dovrei abbandonare la bici ...noooo basta devo tornare da Principessa !
Non è da me ma qualcosa mi dice che bisogna mollare e cercare di scendere...seguo sempre il mio istinto, non mi ha mai tradito....adesso SON CAZZ.!
SCENDERE !!! il pezzo in sterrato è anche "umano" ma poi tutto diventa un incubo, a piedi con bici a fare da stampella, (non ho scarponi ma scarpe da bici con tacchette...è li il bello !) fino a tre km da fine discesa, attento a non scivolare !
Mi ricordo la prima "sconfitta" con la bici da corsa, sono scivolato...non mi fermavo più..caduta libera per una decina di metri su cemento...figuriamoci oggi con ghiaccio !!!
Poi la strada se pur senza "gravità" permette di scendere in bici....panorama mozzafiato su Rovereto, mi sto divertendo. siiiiiiiiiiiiiiii sento che è mia......è fatta .
Andata anche questa giornata di ordinaria follia !
Una ventina di km sulla mia adorata ciclabile Claudia Augusta per sciogliere i muscoli e via a casa per la Peri/Fosse in notturna, ci sono gli amici che mi aspettano !


Il video