Aiutate Musseu stagione 2013

Fratelli a voi tutti che mi seguite chiedo un'aiuto per compiere i miei grandi viaggi "purtroppo" dettati dalla forte spesa !!!
Fisicamente e mentalmente sono pronto a qualsiasi sfida!

Ma essendo padre di famiglia e operaio non riesco a far fronte. Mi rendo conto che i tempi non sono dei migliori per nessuno, ma basta un piccolo contributo da tanti per realizzare un grande sogno!

Aiutate Musseu "donazione" con paypal ( pulsante qui sotto)

oppure mandando un contributo al Banco Popolare conto corrente numero iban IT43N0503459602000000802317 intestato a Murari Giorgio

per info email giorg9@alice.it, cell +393394738161
GRAZIE DI CUORE un abbraccio da Musseu

"vivi questo mondo e vivilo con intensità, con passione.Vivilo con totalità,con tutto il tuo essere....e da quella passione, amore e gioia, diventerai capace di andare oltre "

sabato 31 dicembre 2011

Peri/Fosse.....Peri/Fosse.....punto e a capo !!!

31 Dicembre 2011 un anno straordinario è volato sotto le mie ruote, un anno dove una continua crescita umana e fisica mi ha portato a traguardi impensabili fino a qualche anno fa !!!
Il mio progetto delle due grandi sfide contro le numero 1 a livello mondiale (  RACE ACROS EUROPE e R.A.A.M. ) di qualsiasi disiplina sportiva che l'umano sa cogliere adesso sono più vicine, la mia anima è pronta e il mio fisico è stato temprato, ora arriva la fase 2 ....trovare altre persone che credono in Musseu e diano una mano a REALIZZARE IL GRANDE SOGNO !!!
Non so bene cosa mi aspetta anche se posso immaginare !!! Musseu segue il proprio istinto e vola verso il sogno , avanti tutta , provarci sempre....meglio morire in battaglia che rinunciare !!!
La stagione 2011 è finita...ieri 30 Dicembre c'è stato l'ultimo atto del quadrinferno Baldo/Lessinia con una grande giornata che mi ha portato a pedalare sulla mia salita....LEI la Peri/Fosse per ben due volte , al mattino da solo io e LEI e alla sera in notturna con un amico "Marco" ALLA SUA PRIMA USCITA NOTTURNA !!!
Non poteva finire diversamente questa stagione era scritto.....la mia salita ( 60 VOLTE SCALATA NEL 2011) un nuovo figlio della notte al battezzo.....Marco è rimasto folgorato dalla magia del pedalare di notte, un nuovo mondo da scoprire che lo porterà nel 2012 a vivere grandi emozioni notturne .
A farcire il tutto i miei "ANGELI".....il mitico scudiero che con la sua mtb da 15 kg "fantozziana" ha percorso la salita in solitaria arrivando a Fosse a notte !!! Stefy&5 con Marco, Daniele e Ennio ...ci aspetta un grande 2012 da vivere.....e vaiiiiii !!!
Riassunto della stagione in cifre....ringraziando tutte le anime che mi sono state vicino, che mi hanno aiutato a crescere e donato il proprio amore.
Grazie Traguardo Volante....Fabrizio e Paolo 
grazie TVS.....Pa e Luca
grazie Sovendi....Bruno
grazie Gorebikewear
grazie Vaude
grazie Davidoss....Leo
grazie Lebesport....Marcellina
Un GRAZIE  particolare a chi mi ha seguito fisicamente in questo viaggio....
Lo scudiero....Claudio 
Stefy&5 dell'Herbalife


Stagione 2011 in cifre


km totali : 28.000
dislivello : 340.000
Campione italiano ultracycling over 50, 24 ore del Montello 612 km per 8500 mds.
Primo over 50 alla ultracycling Europea Radmarathon.CH (750 km per 8000 mds)
Le mille du sud Provenza Francia 1000 km per 13000 mds in autonomia totale
Vari brevetti permanenti super hard ufficiali e non !!!
Il MonteGrappa Challange 280 km per 8500 mds
Tour Dell'Ortles 250 km per 5500 mds
Una decina di randonnèe in giro per l'italia con due 600 km
Scalata 60 volte "Lei" la Peri/Fosse
Scalata 12 volte la Sdruzzinà
Scalata 7 volte Punta Veleno
Scalato 4 volte lo Stelvio, 3 volte il Gavia.....ecccc
Scalata Scanuppia a Besenello Trento ( la salita più dura al mondo) in mtb senza mettere piede a terra .....!!!
La 24 ore Peri/Fosse non stop 300 km per 10500 mds il giorno del mio cinquantesimo compleanno il 9 Ottobre....e vaiiii !!!

Vi lascio con una frase del mio maestro Osho


A tutti noi viene insegnato ad essere colti, non ad essere innocenti o a percepire la meraviglia dell'esistenza; ci vengono insegnati i nomi dei fiori; degli alberi e non come entrare in comunicazione con loro, in sintonia con l'esistenza. L'esistenza è un mistero e non è accessibile a coloro che vogliono sempre analizzare, selezionare, ma solo a coloro che sono disposti ad innamorarsene, a danzare con lei.


Buon 2012 a tutti voi anime randage


martedì 27 dicembre 2011

Poesia e amore......Paolo Vitale

Ieri ho avuto il piacere di conoscere di persona l'amico
Paolo Vitale : http://vitalepaolo.blogspot.com/
Attimi di vita,respiro di semplicità e amore
Eccoti a te amico mio dalla mia anima di getto un Grazie 



Fermarsi un attimo ascoltare la vita
Il dolce respiro di madre natura
delle persone che ti amano
Affrontare la vita in tutte le sue armonie
Respirare il tuo cammino sentirlo nascere dentro di te
e volare verso l'oltre
Sentire l'aria nei capelli il magico battito di ali
perche tu sei l'unico padrone della tua vita
Piangi sorridi libera i tuoi sentimenti non chiudere le ali......volaaaaaaa
Vivi...il sole la luna le stelle disegna il tuo quadro.......
una meravigliosa armonia di amore e poesia

domenica 18 dicembre 2011

17/18 Dicembre Punta Veleno e Sdruzzinà !!!

Il Quadriferno nel mese di Dicembre...ripetute invernali e tanta poesia !!!
E da ben 9 anni che mi cemento in questo brevetto Dicembrino....quanti amici hanno condiviso con me questa bellissima avventura, quanto freddo, neve, fatica e gioia !!
Un stop forzato ai primi di Dicembre per due costole incrinate mi fa slittare il classico appuntamento con punta veleno il giorno 8....devo ricuperare, il 18 c'è la Sdruzzina che si fa ? semplice... due giorni di "follia" 17/18 DICEMBRE..... PUNTA VELENO E SDRUZZINA' !!!
Una nuova "creatura" rende ancora più interessante l'avventura....una bici tutta nuova fatta in collaborazione con TVS Verona, due grandi amici che credono in me ( Luca&Pa) assieme abbiamo creato una bici in titanio con tubazioni dedacciai saldata da un grande maestro artigiano , su misure e geometria dettate da me uguali alla mitica Davidoss !!!
16 dicembre la creatura è pronta da testare e allora via per le due salite più dure del circondario.
Ore 7,30 di sabato 17 una bellissima giornata mi da la carica per avvicinarmi al "mostro" una salita per pochi con sette km infernali , 50 km e sono da lei. Prime sensazioni con la TVS molto positive, leggera e scattante con una buona rigidità, vedremo in salita come va con il 34/29 !!!
Primi strappi da togliere il fiato, la pendenza non va mai sotto il 15% con punte al 20%, la strada è leggermente ghiacciata ma zigzagando si riesce a salire senza slittare, un bellissimo panorama sul lago e un cielo limpidissimo accompagnati da un magico silenzio, vita.... momenti di fatica impagabili, io e lei la TVS avvolti da punta veleno, Musseu coglie l'attimo e si diverte !!! Mai vista punta veleno cosi spoglia da ghiaccio e neve ....è da anni che non mi permette di cavalcarla per intero !!! In poco più di un'oretta eccoci sopra...e vaiiiii domata !!! meno 2 gradi... si scende a tutta verso la meson  !!!  E la TVS ? dimenticata !!! il che vuol dire OK , ho imparato che il massimo che può darti un caval di fero è rendersi impercettibile tutt'uno con te stesso .
Domenica 18 Dicembre ore 7,30 si riparte sto giro per la Sdruzzina....la madre delle salite, sua maestà !!!
Oggi non sono da solo  c'è l'inseparabile scudiero , bello carico con 10 kg di meno rubati con una dieta  dettata da Stefy&5 dell' Herbalife !!!
Lui parte da Peri e fa l'anello al contrario della 24 ore,
Giornata stupenda la copia di sabato, percorro la valpolicella....si vola, inforco la Val d'Adige......un forte vento mi da il benvenuto, pochi km e si fa "cattivo" non riesco a fare strada caz....mai sopra i 25 orari !!!
Arrivo a Sdruzzinà provato....si sale verso il cielo.... e vaiii con la Sdruzzinà, dopo il paese ecco il primo strappo, stringo i denti e su verso l'infinito , arrivo dove spiana  al 10%.....è fatta !!!  pochi km e chi trovo .....lo scudiero, GRANDE ragazzo mio, cavalca una mtb di 15 kg tutta scassata e su a tutta, tanta fatica sul suo volto ma non molla è determinato a vendere cara la pelle forte anche del suo stato di pesantezza !!!
Giro e rigiro attorno a lui vorrei restare , salire con lui ma si rischierebbe di rovinarci la giornata, troppo diverso il passo, ci salutiamo e ricomincia il silenzio, lei sua maestà e la TVS , arrivo al piccolo falsopiano al 7 km eccolo la l'inferno , il meraviglioso bosco che ti inghiotte in un travolgente stato di "follia"
E' dura ...molto dura, ATTIMI al limite ma oggi la strada ti da una mano, come per punta veleno mai vista la Sdruzzinà cosi spoglia da neve e ghiaccio, ultimi km con un magico sole ....bellissimo 1200 metri di quota due km alla vetta, una timida neve fa la sua comparsa la strada si fa adrenalinica, un continuo zigzagare per non mettere il culo perterra 
E vaiiiiii Sdruzzinà domata, troppo bello quassù, VITAAAAAA........ un freddo pungente -3 mi da la carica per riprendere velocemente il cammino verso la meson.
Primo tratto di discesa da speedway,  per poi lasciare il cammino ad una dolce planata .
Siiiiiii bellissimo.....due grandi salite mi hanno regalato attimi infiniti di felicità attimi di follia,      
Emozioni , sensazioni = FELICITA' , cogli l'attimo e viaggia verso la follia !!!



domenica 11 dicembre 2011

E Sette !!!

E sette....sette i giorni di una settimana, sette i giorni del ciclo della vita, sette giorni di libertà.....di vita con amici, famiglia e madre natura.

Sette giorni con il mio caval de fero....non serve altro, basta saper guardare oltre, fino alla completa nudità di tutto quel "nulla": futuro,progresso,salvezza,successo.

Lasciamo scorrere la vita, esternare la semplicità dell'amore e dell'infinito oltre.

Voi direte....questo è pazzo !!! forse...ma è veramente penoso vedere gli sforzi grotteschi di una società asservita, una società senza più saggezza che si ravvede solo quando lo spettro della fine ha incominciato a riempire i loro giorni e le loro notti !!!

Non mi resta altro.....quel poco di vita che questa società mi concede fuori dalla schiavitù del moderno.....siiiii voglio spenderlo alla ricerca di quel oltre al di fuori di quelle patetiche e desolanti "feste natalizie" .

Trasmettere poesia, amore, ai miei figli ai miei amici, alla società !!!  

Un pensiero, un abbraccio ai meno fortunati....a quelli che la vita non ha sorriso, ma ha donato la saggezza dell'amore e semplicità !!!


Viva Kirghisia....viva la semplicità della vita....viva il quadrinferno Baldo/Lessinia !!!

mercoledì 30 novembre 2011

domenica 27 novembre 2011

Variantella V.R.V. "Villa Lagarina"

Nutrirsi di piccole "emozioni" cogliere nella SEMPLICITA' di madre natura !!!!






Il tenero sguardo della mia Lady alle quattro del mattino


Uscire in bicicletta con un pungente freddo e sentire "pulsare" l'animale che c'è in me






Alzare lo sguardo verso le stelle.......commuovermi



Sentire lo scorrere del magico silenzio dell'alba.....






....l'esplosione del sole lungo la Val D'Adige












Castelli,vigneti....immersi nella natura in Val Lagarina















Tuffarsi lungo il mite lago di Garda

















...........180 km di FELICITA' con il mio caval de fero.......(titanio)!!!!



lunedì 14 novembre 2011

V.R.V. e prova sonno ultracycling !!!!!


Una grande sfida mi aspetta nel 2012, la  Race Across Europe oltre ogni mio vissuto !!!!
Sarà una sfida molto impegnativa che mi porterà al limite !!!....materiale per pochi "GIOVANI" eletti.
IO over 50 dovrò curare molto bene la preparazione per arrivare all' 11 giugno "PRONTO"
1: Macinare km in bicicletta mirati.....su questo punto penso di non avere grossi problemi !!!!!
2 : Alimentazione, punto molto importante al quale ci sto lavorando sodo....vedremo !!!!!
3: IL SONNO !!!!!! Il sonno..... ha una funzione di ristorare l'organismo: in particolare il sonno ha una funzione di recupero sull'organismo durante le fasi NREM e di recupero e fissazione della memoria durante le fasi REM. Solitamente una persona normale dorme 7 o 8 ore  per essere in perfetta forma, se si dovessero fare anche solo 5 ore di sonno, la cosa non avrebbe molta rilevanza sull'organismo; possono però sorgere dei problemi dopo almeno 4 mesi di sonno disturbato.....!!!!
Io dormo di media 5 ore... non regolari e quando lavoro di notte sto a letto MAX 3 ORETTE !!!!
In questa sfida per poter pedalare per 10 giorni di fila macinando 500 km al giorno bisogna curare molto bene la fase "sonno" devo trovare un'equilibrio di massima resa !!!!
Settimana dal 7 al 13 novembre turno al lavoro di notte.....E VAIII con la fase 3 prova SONNO !!!!
Per il 13 novembre prendo accordo con amici di andare a visionare un pezzo "nuovo" del percorso della  V.R.V. che si terrà il 21 luglio 2012....il lago di Caldaro; una variantella a livello Bolzano che ci porterà a esplorare madre natura in tutto il suo splendore.
Settimana VOLUTAMENTE con "poche" ore di sonno al giorno ....mirate al minimo recupero !!! due uscite in bici fra settimana di 100 km, e qualche seratina pre lavoro tirata !!!!!
Arriva domenica  mattina ore 6, stacco dal lavoro...di corsa a casa ...colazione e via per Afi dove ore sette si parte per Trento, non accuso stanchezza, quando c'è da pedalare mi riarmo !!!!!
Il percorso sarà: Trento/Bolzano/Caldaro/Trento un 130 km tranquillo tutto su ciclabile !!!!
Con me lo scudiero/5/Alberto/Andrea e Daniele a Bolzano ci attende Vince che ci farà da guida !!!!
Giornata bellissima un cielo limpidissimo e temperatura frizzantina.
Faccio guidare lo scudiero io intanto mi rilasso nelle retrovie !!!
Ore 8 siamo a Trento sud, pochi attimi e siamo in bici, due rotonde...eccoci sulla ciclabile, sulla mia ciclabile...la via del sole , la più grande via ciclabile d'Italia.
Un grado e la strada scivolosa ci fanno rivivere la partenza di Brunico !!!! ma il sole qua in questa valle non tarda molto ad arrivare, in pochi attimi tutto diventa magico.....una meravigliosa poesia di ombre e colori.
Salorno 30 km fatti fermata d'obbligo al bici grill (ristoro V.R.V.) caffettino e via verso Bolzano, un forte vento freddo ostacola il nostro cammino..... ecco Vince il guerriero di Bolzano, testa bassa e in pochi attimi siamo a Bolzano. 65 km fatti.
Ponte di ferro sull'Adige, svolta verso il pezzo inedito, si parte in leggera salita  verso Appiano, su un tratto di ferrovia dismessa....magnifica, fiabesca, gallerie e boschi secolari .....(un bastone mi entra nella ruota anteriore e mi rompe un raggio !!!! ) eccoci ad Appiano, molte strade serpeggiano in questo altopiano dove padroneggia il lago di Caldaro, optiamo per una stradina ciclabile chiamata  "fiandre" il lago di Caldaro resta sulla nostra destra, profumi ...colori e tanta felicità, il gruppo si sta divertendo alla grande !!!!
Si chiude il magico anello ritornando a Ora sulla via Augusta verso Trento....ciao Vince grazie alla prox .
Eccoci sulla via del ritorno....ora di pranzo, Daniele e il vento in poppa ci portano come missili a Salorno, pausa pranzo volante e via verso Trento sud, 130 km fatti per 500 mds.
Il progetto V.R.V. avrà sicuramente il lago di Caldaro nel suo cammino, sono stato colpito da tanta bellezza e armonia, devo vedere come inserire il tratto, ci saranno altre uscite per definire la via !!!!!
Dopo il saluto alla truppa e il cambio ruota anteriore ( messa quella con la dinamo per il fanale) arriva la fase due del viaggio....il sonno, tornare a casa in bici...100 km mi dividono dalla meson, 100 km di confine, 30 ore che non dormo...., in totale da domenica 6 novembre circa 14 ore di letto !!!!
Riprendo a macinare km sulla ciclabile, conosco questa via BENISSIMO, vento sempre a favore, le gambe girano e il fisico regge, UN PAESAGGIO UNICO.......l'autunno esprime una magica poesia, catturato da una via ricoperta da un soffice tappeto colorato in continuo movimento varco un susseguirsi di stagioni; l'ombra dell'inverno per poi ritornare al magico sole in piena estate !!!! ore 15 sono a Mori.....lentamente scende la sera, il paesaggio cambia , gli ultimi raggi di sole traversali creano un'armonia di amore e calore, arrivo a Rivoli le prime lucciole mi aprano la via verso Verona, ecco la sera il buio.... il magico buio dove tutto viene rapito e rilasciato in attimi di forme distorte, ore 17,  230 km fatti pochi km mi dividono dalla meson, sono felice se pur stanco....sfasato....ma FELICE DI ESSERE !!!
Due grandi progetti del 2012 viaggiano in parallelo, anima....cuore per varcare i confini dell'oltre .





Nell’oltre non c’è confine....tu sei tutto e tutto è te....madre natura e l'anima sintrecciano in una magica aurora boreale .

mercoledì 2 novembre 2011

Brunico/Lienz...un passo verso Maribor !!!!

Un progetto...un grande progetto lentamente si nutre e cresce, un 1200 km tutto su ciclabile, un 1200 selvaggio, immerso in un ambiente idilliaco dove la natura ti cattura e ti rilascia dopo 1200 km con l'anima colma di felicità.....la Verona/Maribor/Verona, un concentrato che racchiude il mio cammino ciclistico e umano... poesia e extremo due mondi di confine due mondi che formano il mio essere, due mondi che partoriscono questo meraviglioso viaggio !!!!!
31 Ottobre 2011 si ritorna a tracciare quella che sarà la via....nel lungo cammino sono arrivato fino a Brunico, oggi si farà Brunico /Lienz.....il poetico autunno e un gruppetto di 10 anime mi faranno compagnia, le previsioni meteo danno l'ok e allora via si parte per Brunico.
Ore 4 sveglia , ore 5 ritrovo...io lo scudiero,5,Marco,Sara,Federica,Alberto e Ennio tornato a volare dopo un lungo recupero da un'infortunio, ore 730 siamo in quel di Brunico, ad attenderci Mariano e amico.
Le primi luci dell'alba sprigionano un cielo limpidissimo, tutto intorno una meravigliosa cartolina sulla Podesteria.
La temperatura è frizzantina 0 gradi......confidiamo nel padre sole per riscaldare le nostre anime !!!!
Ore 8 tutto pronto si parte ...e vaiiiii via verso Lienz.
Brunico...una spettacolare rete di piste ciclabili, trovare la via maestra non è semplicissimo, il nostro cammino parte in un zizzagare da destra a sinistra del paese alla ricerca di quel sterratino che avevo lasciato circa un'anno fa.....c'è freddo dobbiamo carburare e allora punto dritto in salita sulla statale per Dobbiaco !!!!
Pochi km e siamo sulla via maestra......siiiiiii è lei quella via che penetra nei grandi spazi di madre natura dolcemente in silenzio regalandoti grandi emozioni.
Si sale fino a San Candido......l'armata regge e si scalda aspettando qualche timido raggio di sole.....dono raro da questi parti, una valle stretta governata da grandi montagne !!!!!
San Candido 35 km fatti, comincia la picchiata in leggera discesa verso Lienz....e cominciano i problemi !!!! Il sole non raggiunge il fondo valle dove passa la meravigliosa pista ciclabile.......un freddo siberiano -1 lentamente penetra nelle ossa il tutto farcito da un fondo da pista di pattinaggio !!!!!
E vaiiii....... l'armata viene messa a dura prova !!!! curva secca a destra e olè..... Marco va in volo trascinando con se Claudio e Federica....uno spettacolo !!!!!
Si ricompone il tutto valutando i danni.... niente di grave via si riparte per Lienz. Il termometro non si schioda dal -1, la truppa ormai è provata e impaurita dallo "SPETTACOLO".... opto per lasciare la pista ciclabile spostandosi sulla mega statale che è leggermente verso centro valle sperando in qualche raggio di sole !!!! ma il menu purtroppo non cambia.....anzi peggiora adesso in più della strada ghiacciata  abbiamo anche le numerose macchine e camion che sfrecciano a pochi cm da noi !!!!
Fermo la truppa per sentire come butta.....cerco di capire se vale la pena proseguire, personalmente non ho grossi problemi...anzi nella difficoltà mi esalto , ma mi sento responsabile di 10 amici che non varcano la mia " follia"!!!! se pur provati si decide che a Lienz bisogna arrivarci poi si vedrà, GRANDI RAGAZZi...via verso l'oltre. Grande Sara e Federica due meravigliosi scriccioli di 50 kg scarsi !!!!!
Parto a tutta.... un mega stradone in leggera discesa mi fa volare ai 50 orari , in un'attimo arrivo a Lienz la valle si apre e il sole fa la sua comparsa, eccoci al giro di boa.
87 km fatti sono le 12 ora di pranzo.....dopo un veloce sguardo alla cittadina e una pausa per scaldare le ossa con un ristoratore te caldo , l'armata si spacca in due chi ritorna in bici con me e chi preferisce tornare in treno fino a san Candido....NON SANNO PATTINARE !!!!
Il ritorno è bellissimo.... il sole splende in cielo regalando luce su tutta la valle, la truppa si sta divertendo....ci sono ben 8 gradi !!! dopo pochi km di statale si decide di ritornare sulla ciclabile, si vivono attimi bellissimi, tutto ok a parte le gambe di Ennio, ma il giovanotto del 41 non molla e dopo un bel te caldo a San Candido si ritorna a macinare !!!
Il resto dell'armata arriva a San Candido quando noi siamo a Dobbiaco, si decide di proseguire senza aspettarli !!!! è tardo pomeriggio, il sole ci ha lasciati e nella valle ritorna l'aria Siberiana, proibitivo restare fermi troppo !!!!
Un serpentone in leggera discesa, passaggi al limite, sterrati, gallerie, torrenti e tanta ....infinita pace che riempie le nostre anime di felicità ci portano a Brunico,
La sera è a pochi passi e anche il resto dell'armata, sono le 17.... il gruppo dopo 175 KM e 1500 mds si è ritrovato, grande avventura che ci ha messo a dura prova , sono tutti felici e consapevoli che........oggi è stato un giorno importante nel cammino verso l'oltre !!!!

E' IMPOSSIBILE CRESCERE SENZA FARE FATICA, SENZA SOFFRIRE MAI
PASSAGGIO DETERMINANTE PER CONOSCERE SE STESSI E IL MONDO !!!!

giovedì 13 ottobre 2011

I MIEI PRIMI 50° ANNI !!!!!!

Dolce tramonto, magica notte, sorella luna , amiche stelle....cadenti, adorato silenzio spezzato da folate di mastro vento, freddo, pungente e da fratelli animali occorsi alla festa !!!!
Rifugiarsi per qualche attimo al caldo per ritrovare il calore degli amici....un sorriso, uno sguardo d'amore, gioiosa alba, il risveglio di nonno bosco invaso da un limpidissimo cielo, il maestoso padre sole fonte di vita e energia, tutto questo è vita....libertà di essere, senza filtri.....tutto questo è magia....pura Magia, GRAZIE VITA....GRAZIE 24 ore Peri/Fosse non stop.
9 Ottobre giorno del mio cinquantesimo compleanno, data importante nel passaggio su madre terra, il desiderio di festeggiare la vita coinvolgendo chi ama l'infinito in un meraviglioso viaggio verso l'oltre verso madre natura !!!!
Il progetto è in cantiere da tempo, lasciato maturare eccoci....consiste nel scalare la salita della Peri/Fosse la 50° volta nel 2011 il 9 Ottobre....50°anni/50 Peri Fosse e vaiiiiii !!!!
25 settembre 2011 mentre sto scalando "lei" per la 49° volta un'idea "geniale" gira nella mia mente dettata dall'anima.....perché non fare una 24 ore !!? Scalare la salita per 24 ore il giorno del mio compleanno, creando un circuito...42 km per 1480 mds, Peri/Fosse farcita da un 7 km di salita che porta al magico Corno D'Acqulio, una salita in totale di 16 km per 1360 mds ( devastante) e una discesa da volo, la sdruzzinà, raccordato da 12 km piani della terra dei forti...... fantastico !!!
Parte il progetto coinvolgendo due grandi amici Stefy&5., in una settimana tutto pronto, trovato sponsor e pubblicato nei canali di comunicazione l'avvenimento.
Molti ciclisti incuriositi...ma la difficoltà del percorso, la paura di non farcela o semplicemente di mettersi a nudo davanti ai propri limiti e il tempo che da piena estate passa a temperature invernali porta sul mio cammino una ventina di anime!!!!
Tra questi due grandi randagi, la coppia Ausi&Seba che io stimo molto per il suo "essere"
Sono felice è partita la 24 ore Peri/Fosse 1° edizione, credo molto in questi progetti ultra, ci vuole tempo ma sono convinto che molti ciclisti andranno verso l'oltre ( dei propri limiti ) stanchi del nulla....e allora avanti tutta a tracciare la via !!!!!
Ore 15 parto per Sega di Ala, tanto per cambiare è dalle 4,30 che sono in piedi, lavoro, famiglia e ultimi preparativi mi hanno portato a rincorrere il tempo....sarebbe bello poter per qualche attimo riposare ma non c'è tempo ormai si dorme domenica sera....!!!!!
Ore 16 sono a Sega alla spicciolata arrivano tutti , 8 amici con me i primi giri poi alle primi luci dell'alba si aggregherà il resto dell'armata...e che ARMATA !!!!
GRANDE team organizzativo, ben 6 persone per 8 ultra !!!!! capitanate dalla magica coppia Stefy&5. due anime semplici .....fantastico GRAZIE, ore 17.00 ....goooooo tutto pronto la Stefy da il via , con me Andrea il capitano del gruppo traguardo volante, ha fatto miracoli per essere qua, grande persona un gesto di stima nei miei confronti, notevole ...grazie di cuore capitano !!! Lo scudiero Claudio, dove c'è Musseu c'è sempre lo scudiero, pronto a varcare i limiti dell'oltre, Marco poche uscite assieme ma sufficienti per instaurare una stima reciproca che l'ha portato a cogliere l'attimo, Daniele giovanotto triatleta pronto a mettersi alla prova, Matteo.... ogni tanto le nostre vie si incrociano, ciclista al quale piace l'oltre stimolato dal mio progetto e dall'amicizia che c'è fra noi è qua pronto a vivere l'avventura molto stimolante !!!! Marco fratello di Stefania parte del team condivide con noi il primo giro poi farà da regista video !!!! Francesco , il grande Francesco pioniere dell'oltre , maratoneta extreme e a tempo perso ciclista, l'amicizia che c'è fra noi e il bellissimo percorso lo portano sul mio cammino, la sua semplicità è disarmante grande spessore umano.
Goooooooo e vaiiiiiiii si vola.....Sdruzzinà in discesa , una picchiata senza confini , parecchi tratti sopra il 15%, discesa molto tecnica, una gioia infinita invade il mio cuore, un paesaggio bellissimo circonda l'armata, il poetico autunno è alle porte donandoci mille colori e profumi , un cielo limpidissimo a fare da cornice.
Il bosco secolare che accompagna la prima parte della discesa è da pelle d'oca, si sbuca in 500 metri piatti di prateria che portano sul balcone della val d'Adige......siiiiii si vola in planata a Sdruzzinà. Val D'Adige terra dei forti, vento in poppa a tutta in 12 km di piano siamo a Peri...eccoci amica mia sono tornato da te, per 24 ore vivremmo le stesse emozioni io te e l'infinito.
Foto di gruppo per ricordare l'avvenimento eee..... "ciao amici cogliete l'attimo via verso l'oltre" con me restano Matteo Francesco, Marco e Daniele, la gamba gira bene, ero leggermente dubbioso dopo il 39/16 dell'Eroica !!!
Si sale a ritmo "24 ore" i nostri pensieri si incrociano in mille sensazioni, emozioni, tutti felici di essere qua in questo attimo, qua con Musseu, con madre natura.
In 55 minuti siamo a Fosse una bellissima sorella luna saluta l'armata, il tramonto si fa strada sulla salita che porta al Corno,vista sulla Peri/Fosse e sul lago di Garda, mille colori celestiali invadono i confini dell'anima !!!! Un 7 km con pendenze severe costanti sul 10% con strappi al 15% ,un forte vento freddo ostacola il cammino !!!!! L'armata viene messa a dura prova, ma in ordine sparso si arriva lassù al confine tra il cielo e la terra.
Il corno D'Aqulio terra delle mie cavalcate invernali , quassù mi sento in paradiso, luogo di meditazione, di pace, serenità, silenzio, il termometro segna già 0 gradi !!!! Planata su Sega, fine primo giro sono le 19,30. 42 km per 1480 mds. sensazioni positive, il circuito è bello tosto promette grandi emozioni !!!! Aspetto il resto dell'armata, dopo una "breve" pausa si riparte siamo rimasti in quattro, io, Francesco che si propone a sorpresa ad un'altro giro di giostra....incredibile è quattro mesi che non sale sulla bici !!!! Matteo dolorante ad un ginocchio ma duro a morire e Marco che vuole vivere almeno un giro con la magica notte !!!! VIA si parte per la seconda tornata, un'altro giro di giostra, discesa per sdruzzinà, brrrrrr che freddo 2 gradi !!!! Francesco fora ..... strano è solo 5 anni che non cambia quella specie di copertone !!!! in cinque minuti siamo di nuovo in sella.Val D'Adige sempre vento a favore e clima perfetto che riarma l'armata, questi 12 km sono perfetti per ristabilire l'equilibrio per poi ritornare a salire per Fosse.
Primi metri della salita sono già da solo io e "LEI"... quel serpentone che mi ha stregato l'anima portandomi a donarli il giorno del mio 50° compleanno !!!! Salita a detta di molti noiosa senza grandi panorami ....a mio parere bellissima nella sua totale semplicità, cattiva al punto giusto....ma non massacrante, grandi panorami basta saper guardare e mille colori e suoni !!
La notte rende il tutto ancora più magico, si amplifica il vissuto e si sale, 55 minuti e sono a Fosse, stesso tempo del primo giro, virata a sinistra e via verso il Corno.....caz... che vento, non molla mai qua !!!! a fatica, molta fatica si sale, a tratti mi porta a spasso per la strada , dietro di me ad un centinaio di metri vedo il "lumino" di Francesco. Tratto selvaggio abitato da quattro contadini e i loro cani che annoiati dal nulla notturno appena mi vedono imbandiscono una festa molto adrenalinica, energia pura !!!!!
Ultimi 3 km di salita comincia l'asfalto ecologico il paradiso verso l'oltre, tre km dove madre natura regala il meglio di se, i primi due km sono attorniato da una bellissima pineta dove il vento improvvisa un magnifico...spettrale concerto sopra la mia testa, la parte finale si torna allo scoperto....raffiche fredde mi portano a spasso...e vaiiiii, il termometro segna -1, continuo il cammino lungo una prateria dominata da bellissimi cavalli selvaggi, straniti dalla mia presenza ma molto più gentili dei festaioli cani !!!! Occhi indiscreti indagano il mio passaggio....sono sopra, siiiiiiii siiii è questo il mio mondo !!!! Siii è la notte delle stelle cadenti, a fatica inforco lo spolvero e plano verso Sega, Sono le 22e15, 84 km per 2960 mds, ad attendermi tutto il team....fantastici, sono molto felici stanno vivendo alla grande l'avventura, Sono strasudato devo cambiarmi e come accordo con Paolo dell'Albergo Monti Lessini è pronto un bel piatto di pasta....prendo fiato staccando un 20 di minuti, sperando nell'arrivo del'armata 24 ore.....eccoli !!!! felici e "vissuti" , saluto Francesco che torna a casa, "ciao randagio grazie amico mio" il gesto più bello che può fare un amico regalarti qualche attimo della sua vita, il resto è NOIA. Marco e Matteo restano ma preferiscono dormire la notte per poi ripartire alle primi luci dell'alba. Io riparto restando d'accordo con Paolo che sta per chiudere che mi lascia il locale caldaia a legna come rifugio nei miei passaggi notturni !!!!
Inforco il mio caval di ferro e via a tutta giù per la sdruzzinà per il terzo giro ......"ciao amici ci vediamo fra 3 ore" ( tempo impiegato con fermata nei primi due giri.) Un freddo cane penetrante , se pur cambiato e bello asciutto si fa sentire !!!! il termometro segna -1 calcolando la velocità in discesa si viaggerà sui -4 gradi !!!!! E vaiiiiii Musseu è la tua serata,si volaaaaaaaaa LIBEROOOOOOOO, mai un attimo di smarrimento , tutto reale vissuto con tanta felicità, siiiiii è questo che io voglio, IO E MADRE NATURA a stretto contatto...senza filtri !!!!!
Sdruzzinà , 12 km di crono e su di nuovo per il Corno una salita che a fuoco lento ti devasta un 16 km hard. Pochi metri e mi ritrovo Marco con macchina che filma il vissuto ....quattro battute e parte per aspettarmi a metà salita, Salgo veloce la gamba gira , in 50 minuti sono a Fosse, altro filmato e mi lasciano solo con la mia anima, attimi bellissimi, il vento non molla ma nemmeno Musseu, catturato da mille emozioni...i soliti cani adrenalinici !!!! ultimi km guidato da sorella luna spengo il fanale per ammirare incantato quelle miriadi di lucciole che cadono dal cielo, una meravigliosa volpe passa tranquilla a una decina di metri....gatti selvatici curiosi scrutano a pochi cm dal ciglio e i maestosi cavalli sono sempre li nella prateria ad attendermi,  scollino a -2 gradi. Sega di Ala sono le 1e24, 126 km per 4440 mds, mi rifugio nel locale caldaia , con queste temperature ho bisogno di cambiarmi ogni giro se non voglio lasciarci "le penne" !!!! ad attendermi ci sono tutti e sei sono li ad aspettare Musseu, non riescono dormire, sono commosso, un gesto infinito d'....amore, grazie ragazzi GRAZIE !!!!
Coccolato e rimesso a nuovo dopo 15 minuti di stacco riparto, sto giro "5" mi chiede se può seguirmi per vivere un pezzo della mia cavalcata....ma certo ragazzo mio, cogliamo questo attimo infinito che rimarrà impresso per sempre nelle nostre anime !!!!
E vaiii.... per il quarto giro, planata verso la val D'Adige mi soffermo un attimo sul balcono dell'oltre ad ammirare i fuochi d'artificio che madre natura...le stelle sanno regalarmi , crono e su per la 4 volta per il Corno, sto bene ma i km cominciano a farsi sentire e poi è da un po' che non dormo circa 24 ore !!!!! Ma "LEI" non tradisce mai è sempre li a darmi la carica, quanti attimi vissuti assieme, quante emozioni, quanta fatica, quanta felicità, 55 minuti sono a Fosse.....ciao "5" lasciami volare verso l'infinito Corno..tanta fatica ma come per magia il vento è calato e i cani finalmente si sono "annoiati" anche di me !!!! Lassù ai confini con il cielo la temperatura resta costante a meno 2 gradi, planata caldaia !!! sono le 4e 26, 168 km fatti per 5920 mds, l'armata Musseu è ancora tutta li non c'è verso di andare a riposare. troppa adrenalina gira nelle vene...bellissimo ragazzi, bellissimi momenti indimenticabili !!!
Quinto giro lo scudiero insegue Musseu, discesa per sdruzzina , un'assonnata marmotta rischia il frontale....ei amica mia svegliaaaaaa !!!! eccoci a Peri, attimi bellissimi placano la devastante salita, ormai è l'alba, ciao sorella luna....amiche stelle, sono le ore peggiori per il fisico stanco e assonnato, poca lucidità gira nella mia mente, non riesco più a distinguere sul caldo asfalto i pezzi di legno dagli "amici" serpenti.....pura adrenalina !!!!! Arrivo a Fosse, ci soffermiamo un attimo , ritornano in mente le magiche giornate passate assieme, ciao Claudio......si ritorna da solo sul magico Corno.....l'alba quassù è bellissima anche se il vento è tornato gioioso più che mai, la temperatura cala ancora a - 3 gradi, padre sole fa la sua comparsa, ultimi strappi, ultime energie, gusto già la pasta promessa da Paolo !!!! 7e 51 minuti sono a Sega, 210 km fatti per 7400 mds, Caldaia...cambio abito e via con la megapasta.
Ad aspettarmi c'è Daniele che è tornato per tentare i 4 giri, si parte assieme, giu a tutta, in val d'Adige dove troviamo Stefano....tanti auguri a te, tanti auguri a te, tanti auguri a te.....grazie Stefano GRAZIE, bello pimpante da energia a Musseu che stanco e con la pasta da digerire arranca, peggior momento della giornata, si comincia salire...arriva mio fratello Giuseppe con Daniela e l'amico Bepo, via con la festa.....tanti auguri a te tanti auguri a te....ho la pelle d'oca Grazie.....GRAZIE, la gamba non ne vuol sapere di spingere a stento reggo il ritmo di Daniela, 3 km di salita telefona el Princi gruppo Lamacart, "siamo ai piedi della salita auguri Musseu " peccato ci siamo sbagliati....fino al 7 giro prefissato non si molla !!!! Stefano fa da radio e si sale ....in 59 minuti siamo a Fosse, dove trovo Adriano e Nicola ad aspettarmi.....e vai con la festa !!!!!
Ciao Stefano ciao Daniela a presto on the road, la pasta a fatto il suo corso e le gambe ritornano a mulinare, saliamo fra folate di vento sempre più forte, scollina mento alle ore 11 a 2 gradi !!! ad attendermi "el sio" con truppa grandi eventi valpolicella.....via con la festa con battito di mani "grande Musseu " E VAIIIIIII.......meraviglioso vedere che gli attimi vissuti insieme hanno lasciato il segno !!!! 11,11 sono a Sega, 252 km fatti per 8880 mds.......tanti amici ad attendermi....MERAVIGLIOSO, sono arrivati anche Ausi&Seba, Ausilia è già partita con una bici singlespeed...mitica "DONNA DEL NORD", Sebastiano invece è rimasto li ad aspettarmi per condividere un giro con me !!!! Marco e Matteo sono ritornati a girare e un'altro gruppetto di cinque eroi capitanati da "5" tentano il giro !!!!
Via si parte con Seba..."L'UOMO DEL NORD", grande anima e semplicità, doti rare al giorno d'oggi !!!! Che regalo meraviglioso mi hanno fatto, un gesto d'amicizia, attimi di vita.....GRAZIE. Picchiata per la 7° volta in volo sulla val D'Adige, scortato da Seba si percorrono i 12 km di piano, virata a sinistra e su per Fosse, troviamo altri amici ad attendermi , ciao ragazzi grazie ....e vaiiiiiii, emozioni, sensazioni, vissuto e futuri progetti , con noi madre natura e un micidiale vento che mi costringe a mettere il piede per terra "rischio caduta" !!!! Il lago di Garda è sempre laggiù al confine fra il cielo e la terra , ultimi metri del Corno, ultimo sforzo, ci siamo arriva la discesa.....sono le 14e 05, 294 km fatti per 10360 mds, ci starebbe un'altro giro , rimangono 3 orette scarse e sto bene ....ma tutto chiama a "festeggiare", il mio obiettivo era fare 7 giri e poi mi sarei fermato.....e vaiiii con la festa.....e vaiiiii verso l'oltre.

Non pensare, non giudicare, AMA L'INFINITO senza chiedere nulla e tutto diventa magico.

GRAZIE a tutti voi FRATELLI miei che mi avete donato un attimo di vita

GRAZIE MADRE NATURA  per aver fatto "nevicare" a Ottobre !!!!!

GRAZIE alla VITA che mi ha regalato i miei primi cinquant'anni.

GRAZIE agli sponsor : Traguardo Volante, Herbalife,Sovendi e Fonte Tavina Salò

martedì 4 ottobre 2011

L'EROICA


EROICA: un appuntamento cult assolutamente unico.... un'avventura dove la classifica conta nulla rispetto al contenuto..... polvere, fango, fatica e spirito d’avventura, sport vero, biciclette d’epoca, maglie di lana e tubolari a tracolla, sulle meravigliose, aspre strade sterrate del Chianti, nessuna assistenza tecnica, ristori d' epoca, grande spirito di sacrificio e d' adattamento.....il MASSIMO per Musseu !!!!!
Ottobre 2010..... Eroica farcita dal viaggio d'andata a Gaiole in bici , un bel 300 km per 4000 mds....bellissima esperienza, grande avventura !!!!
Ottobre 2011 ci si riprova, ma sto giro con una bici Eroica singlespeed "senza cambio" un bel 39/16...e vaiiiii !!!!!
Viaggio verso Gaiole accompagnato da una splendida creatura chiamata Sara....grande intesa fra noi, si VOLAAAAA..... dalla magica notte all'incredibile alba, colori, profumi.....due anime randage rapite dai colli fra Bologna e Firenze, arrivo a Gaiole nel primo pomeriggio, dove ritrovo il grande Jimmy e Elio dell'armata brancaleone.
Il trio dopo una bellissima serata Eroica, alle 5 parte per la battaglia Sienese, clima perfetto, bici perfetta....da fatica, il 39/16 mi ha messo a dura prova , ma è stato FANTASTICO !!!!
AMICI....tanti amici, tanti ciclisti li pronti a donare Amore.
Un'incredibile armata organizzatrice .....GRANDISSSIMI, GRANDE Bulletta, grande Gaiole, grande EROICA !!!!!
Un grazie speciale a Elio.Loredana e al mio scudiero Claudio.....e vaiiiiiiii, sempre oltre verso il 50° compleanno , verso la 24 ore Peri/Fosse....terra di Musseu, terra dei forti !!!!!
VI ASPETTO l' 8/9 OTTOBRE per vivere una grande avventura !!!!

FOLLE.......NOOOOOOOOO !!!!!
Semplicemente cerco di VIVERE la mia vita, secondo la mia luce, la mia visione, la mia anima !!!!!!

giovedì 29 settembre 2011

Sophie.....Le 1000 du sud

l'Armata brancaleone Musseu, Jimmy ,Piero
SOPHIE
MANUEL
Il più grande sviluppatore di te stesso....la fatica e la paura, egli conosce tutte le forme e la capacità di felicità .




Sophie anima randagia ,Sophie anima fragile, Sophie nel suo viaggio verso l'oltre dettato dall'anima partorisce un percorso di 1000 km di rara bellezza, libertà, dove l'autonomia è la parte dominante della sfida.

Musseu anima randagia, Musseu anima fragile, Musseu alla ricerca continua di nuove sfide sempre più impegnative e libere verso quel oltre che riempie l'anima di felicità, coglie l'attimo e vola verso Carcès .

Le 1000 du sud un 1000 km per 13000 mds nel sud della Francia , un percorso che è arrivato alla sua seconda edizione , percorso tosto da percorrere in autonomia totale con sole 75 ore a disposizione per arrivare, una sfida per pochi !!!! Molti dubbi attraversano la mia mente dopo l'infortunio, sono due mesi che a parte il giro dello Stelvio casseggio devo dare tempo al mio povero fondoschiena di recuperare....ma alla chiamata del mio fratello d'avventura Piero rispondo....ci penso !!!!
Dopo tre giorni di test sopratutto per trovare una sella decente che non mi dia fastidio.....come d'incanto quando ormai avevo perso le speranze dopo averne provato una decina, una sella "test" color viola che avevo da mesi abbandonato mi illumina la via, due uscite di 100 km mi fanno capire che è lei la mia lady per l'occasione ....ok si parte. Con noi si aggrega Jimmy un randagio di Milano che quest'anno ha fatto ben 25 randonnèe un grande amico che dopo un tour de force incredibile è pronto per l'ennesima sfida, ecco così composta l'armata brancaleone per l'occasione....avanti miei prodi si parte per la battaglia le 1000 du sud. Partenza da Verona ore 7 di mercoledi 14 , 800 km in macchina mi aspettano per arrivare in quel di Carces, a Milano mi aggrego a Jimmy e a Torino ecco "la piera", dopo un gustosissimo pranzo offerto dalla magica Paola si parte sono le 14, tanto entusiasmo.......ci aspetta una grande battaglia che ci metterà a dura prova e tutto ciò ci rende felici...oltrepassare i nostri limiti, le nostre paure arricchire la nostra anima di emozioni sensazioni.
Carces piccolo paesino nel sud della Francia dove luci colori sapori antichi padroneggiano, Provenza terra selvaggia incontaminata, campi di lavanda, castelli, belle cittadine e ritmo di vita lento. Arriviamo alla sala multiuso Oustau per Touti luogo di partenza e arrivo, poche anime ad aspettarci...ma si sapeva che una rando così tosta non poteva essere affrontata da molti randagi ,13000 metri di dislivello, l'autosufficienza totale, percorso non segnalato, niente ristori, scollinando parecchie volte sopra i 1300 metri di quota arrivando alla cima coppi a 2000 metri..... obbligatorio portarsi dietro tutto l'occorrente per una possibile nevicata !!!! Tratti lunghissimi senza abitato dunque bisogna calcolare bene le fermate per mangiare, con a disposizione solo 75 ore diventa un percorso da super randagi. La prima edizione sono partiti in 34 ...arrivati 16 !!!!!
L'armata è li a testimoniare che anche il popolo italiano è pronto a vivere da veri randagi, senza competizione senza egoismo, senza la voglia di apparire ma con la umiltà semplicità e l'altruismo di chi sfida se stesso e i propri limiti con lealtà amicizia e gioia di essere , Si respira un clima sereno disteso , tutto semplice spartano, quattro tavoli dove ci sarà la grande cena di stasera e Sophie in un angolo della sala che distribuisce il foglio di via dando le ultime istruzioni su percorso ecc....
Cena...me l'aspettavo !! qua si va giù di brutto bella corposa che per uno come me delicato di stomaco e non abituato a certe miscele esplosive è come un mattone!! Ma sono pronto a vivere il totale di questa rando e allora via con la cena poi vada come vada . Piatto di cuscus con un un intruglio di carne verdura cotta con salsa piccante rischio incendio e un dolce con uova burro mascarpone panna tutto molto leggero e digeribile !!!! La serata scorre via in compagnia di tutta la truppa le 1000 du sud , ore 23 è ora di nanna per riarmare l'energia per un tre giorni non stop !!!!
Ore 5 di giovedì 15 settembre ci siamo ultimi preparativi, mega colazione strong "frittata"offerta da Sophie e pronti per l'avventura , Mi sento leggero, un brivido percorre la mia pelle, un brivido di libertà, e vaiiiiiii si vola . Ore 7 in punto Sophie da il goooooo......40 anime si incamminano lungo la via del sud , cielo bellissimo , colori incredibili avvolti da un'atmosfera magica si parte. Solo una donna al via la mia amica Annè francese il resto maschioni dal pelo lungo, a parte noi tre dell'armata ci sono altri tre italiani ,Mario, Giuseppino e un certo Negri un 65° leggermente strano all'apparenza....ma !!!!! Come al solito quando si affrontano queste distanze si parte molto tranquilli e si divide il percorso in tappe da controllo a controllo senza pensare al totale che devi fare, in questo 1000 i controlli sono 12 tappe da 90 km circa.
Prima tappa da Carcès a Forcalquier 92,5 km che portano dai 130 metri di Carcès a quota 520, attraversando vallate di "pianura francese", non un metro di piano, boschi, campi di lavanda ,vecchi borghi....dove la vita scorre lenta e semplice, nel vedere dei ragazzini che con i libri sotto braccio vanno a piedi a scuola mi torna in mente la mia infanzia, che bello che era tutto veniva vissuto era vero a contatto con la natura, no macchine, computer, face book , semplicemente madre natura e il calore del contatto umano. Prime sensazioni positive la gamba gira bene, il fondoschiena regge e la bici è ben bilanciata, mi posso alzare in piedi senza avere grossi sbilanciamenti. Stò giro come borse ho optato per due centrali una davanti per il cibo e una dietro per vestiario, ho portato con me il minimo per sopravvivere in ogni circostanza di percorso e clima per un totale a pieno carico di 20 kg circa.....è si è un bel fardello da portarsi a prezzo ma ne vale la pena , visto l'avventura che sto affrontando, in autosufficienza totale. Si arriva a Forcalquier, l'armata è bella compatta...si è aggiunto al trio Giuseppino, Mario, un tedesco simpaticissimo Manuel e due francesi, ci fermiamo ad un bar per una bella coca e timbro con orario sul foglio di via che conferma il nostro passaggio. Seconda tappa 90 km, si arriva a Bedoin......quanti ricordi in queste luogo, la partenza della r.p.e. nel 2010, 600 km per 11000 metri di dislivello, ma sopratutto una mega impresa fatta nel 2007 , la scalata del gigante calvo sua maestà il Mount Ventoux dai quattro versanti in 12 ore per un totale di 220 km per 6000 metri di dislivello, un brevetto vissuto al limite visto il caldo che c'era , a bassa quota quel luglio si viaggiava sui 42 gradi....da incubo, l' ultimo versante su una strada dismessa sterrata dopo aver consumato tutte e quattro le boracce di acqua che avevo, a 10 km dalla vetta le prime allucinazioni .il vento e il sole mi avevano prosciugato.....è la fine mi son detto !!!! mi sono seduto su un sasso sotto un grosso albero a prendere un po di fiato e pensare come possa portar fuori le penne sto giro !!!! all'improvviso come un miraggio un polverone bianco si avvicina a me......incredibile ma vero un fuoristrada pieno di pacchi d'acqua....il pomeriggio passava una gara podistica, il destino a voluto che Musseu compiesse l'impresa !!!!! 185 km fatti, seconda tappa divorata l'armata sta bene e si diverte , megapanino timbro e si riparte per Saint Martin d'Ardeche, si resta a bassa quota e il caldo si fa sentire , ma tutto ciò che ci circonda e la compagnia di due grandi randagi come Jimmy e Piero rendono il viaggio bellissimo, 260 km fatti per 2500 mds , ci fermiamo ad una creperia dove io inforco una gustosissima crepes al miele.....mmmmmm, timbro e via si vola verso Aubenas, la sera ormai si fa strada , ore 20 si decide di fermarsi prima che chiudano per cena a Roums paesino turistico, megaspaghettata con megabirra, 305 km fatti per 3000 mds in 13 ore....niente male si procede spediti. Entriamo nella magica notte, tutto luccica e la temperatura diventa piacevole, pochi km e arriviamo al 4 controllo Etap hotel, timbro caffettino e via verso Saillans, si comincia a salire prima colle l'Escrinet un 800 metri di quota, Piero con il suo passo " calcolato" fa il ritmo anti crisi !!!! Si arriva in vetta....in leggera discesa si plana a Saillans , tutto bene grande sintonia fra noi e le gambe girano a meraviglia 400 km fatti tarda notte tutto chiuso foto al cartello del paese per testimoniare del passaggio e entriamo in centro....bellissimo paesino, ci fermiamo ad una mega fontana per pieno e visto che ci siamo prima di risalire un bel micro sonno di 10 minuti seduti imboscati su le sedie di un bar....brrrr che freddo !!!! Una serie di colli in sequenza ci portano a quota 1030 sul Roustants.....temperatura frizzante alle primi luci dell'alba , planata verso Rèmuzat, 6 controllo ore 7 troviamo aperta una boulangerie, e un bar.....paste mega strong e caffettino per la gioia del mio stomaco, speriamo che più avanti si trovi qualcosa da inforcare un po più sostanzioso !!!! Si riparte, il caldo si fa sentire e la stanchezza pure, si pedala a rilento e il tempo passa , se le prime 24 ore si sono fatti circa 470 km da adesso in poi guardando l'altimetria che ci resta da fare la vedo dura, ma siamo tre "musseu" fino alle 40 ore senza dormire si regge bene poi vedremo, al 667 km ci era stato comunicato da Sophie alla partenza che stanno facendo dei lavori ad una galleria sul Lautaret dopo circa 27 km di salita, rimane chiuso dalle 22 alle 6 del mattino, si sta cercando di forzare per vedere se si riesce a passare prima della chiusura....maaaaa !!!!! Il percorso resta severo, un continuo su e giù devastante ma ricompensato da paesaggi fiabbeschi, uno spettacolo di valli con panorami sull'infinito, inizia la scalata verso il col du Festre un 30 km che sale da prima dolcemente per poi regalarci un 5 km al limite, il contakilometri non supera mai i 10 orari....finalmente siamo sopra, verde tante verde ci fermiamo a l'unico caseggiato, una baita, ho una fame pazzesca , devo spezzare la mia alimentazione di barrette con qualche solido bello corposo altrimenti non si va avanti !!!! .....oooooo mega panino con formaggio prosciutto, pomodori e salata un filone da mezzo metro, una birra media, 5 minuti rilassati davanti ad un paesaggio incantevole , caffettino.....l'armata brancaleone è riarmata pronta a vendere cara la pelle, planata su Mens passando dal col Sebastien , 580 km fatti per 6000 mds sono le 14 ci mancano 100 km alla galleria e ben 8 ore a disposizione, siamo fiduciosi ma nello stesso tempo sappiamo benissimo che se arriviamo troppo tardi meglio fermarsi a dormire prima del passo che cercare una pericolosa avventura notturna a 2000 metri di quota !!!!! Una coca , timbro e si riparte per il col D'Ormon, tanta salita un susseguirsi di saliscendi a 1000 metri di quota fino a 10 km dal col ,1371 da conquistare siamo stanchi ...fermata ad un bar per un gelato o coca , sono le 17, 10 km di passione su rampe micidiali progettate a mio avviso da un folle ubriaco, nemmeno un tornante un continuo zizza gare da destra a sinistra con strappi al 10 % per poi riscendere un po', e via con il pellegrinaggio fino alla sospirata vetta, il tempo da un sole spacca pietre si fa cupo e in un attimo ecco scendere le prime gocce di pioggia !!!!! si fugge a tutta verso Le Bourg D'Oisans bellissimo paese ai piedi di molte salite famose, come la mitica Alpe D'Uez, luogo di partenza anche di una delle più belle gran fondo europee la Marmotte !!!! ore 19.30 siamo in paese....che si fa !!!! dobbiamo mangiare per forza altrimenti non si va avanti , 27 km di salita ci separano dalla galleria, abbiamo a disposizione due ore e mezza, in condizioni normali non ci sarebbero problemi, ma pieni di sonno dopo 37 ore che non si dorme , 640 km fatti per 7200 mds e il tempo minaccioso !!!..... incomincia a piovere ..optiamo per una mega pausa rigenerante che dall'esperienza acquisita in questi anni ci farà guadagnare tempo....!!!!! Troviamo un hotel, doccia megamangiata e per le 22 siamo a nanna con accordo di dare la sveglia alle ore 2.30 per essere alla galleria per le 6, orario di apertura !!!!! Dopo poche ore di sonno come al solito io non riesco più dormire e scalpito per ripartire ...sono le 1 e sono pronto, richiamo l'armata all'appello.....da ANDIAMO CAZ...., l'armata mi manda a quel paese e riprende il sonno, ore 2 disperati dal casino che faccio si riparte, trenta minuti recuperati !!!!
Il tempo sembra che sia migliorato, le stelle ci indicano il cammino verso i 2000 metri del passo Lautaret, 40 km di salita ci aspettano, ma dopo una stacco cosi rigenerante tutto gira e l'armata è bella euforica pronta a riprendere la battaglia verso la conquista di Carcès. l'Alba si fa strada sulla notte regalandoci scorci di dipinti incredibili con sottofondo un'incessante rullare d'acqua che scalpita nel raggiungere valle. Pochi minuti alle 6 e siamo alla galleria ....gli operai hanno finito e stanno per riaprire la strada , gentilmente ci fanno passare e in un attimo siamo sul passo , sono le sette, ci si veste invernale per affrontare i 27 km di discesa che ci separano da Briancon , prima di scendere ci soffermiamo ad ammirare i giochi di colori e figure che il sole forma su questi maestosi picchi che salgono in cielo....MERAVIGLIOSO. Picchiata a tutta su di uno stradone dritto e molto largo, Briancon, una bella cittadina turistica, entriamo in paese per colazione e timbro, 9° controllo 705 km fatti 8500 mds . Da adesso in poi a detta di Sophie il percorso è più facile.....ma guardando il dislivello fatto e i km che mancano i conti non tornano, 300 km da fare per 4500 mds ......maaa vedremo !!!!
Decima traccia 180 km in quota , tappone lungo che ci porterà a Saint Andrè les alpes , primo tratto veloce su di uno stradone enorme molto trafficato....abituato a zero traffico la cosa mi disturba un po, finalmente dopo 30 km virata a destra e si ritorna in mezzo a madre natura, costeggiamo un bellissimo laghetto le Sauze, ora di pranzo fermata ad un bar....e vaiii con le baguette ricolma di formaggio, prosciutto, pomodori e insalata, a parte una spaghettata pasto principale della rando !!!! L'armata Brancaleone è al massimo della felicità , si vivono momenti bellissimi, l'intesa è perfetta e l'ambiente che ci circonda è fantastico, tutto ciò aiuta nel macinare km , km pesanti come macigni dovuti al carico e alla strada che continua a salire....non un metro di piano sempre a spingere !!!!!! Ore 19 due giorni e mezzo che si pedala, pochi km ci separano dal controllo di Saint Andrè al 890° km, ci gustiamo già un bel pranzetto a base di baguette !!!! ma il cielo non promette niente di buono tuoni molto minacciosi frastornano lassu.....2 km dalla meta comincia dolcemente a piovere, via a tutta sarebbe un peccato prenderla adesso a pochi km dalla cena ....che piova caz...quando siamo seduti tranquilli a mangiare, ma il cielo non ci ascolta e comincia l' inferno, a malapena riusciamo ad infilarci in un bar, molto gente in paese c'è una festa, tutti corrano al riparo, bar stracolmo di gente un po' "alticcia" molto alticcia, ci squadrano e comincia la festa !!!! Speriamo che smetta in fretta così possiamo andare a mangiare. Dopo 20 minuti ancora acqua accompagnata da tempesta !!!! La fila di alticci continua dentro e fuori da quel cazz. di bar , finche un cazzuto mi pesta un piede, proprio su l'unghia che mi fa un male cane, istintivamente vola un grido di dolore molto minaccioso !!!!! l'alticcio pestato rio si gira verso di me con sigaretta nella mano " rischio incendio spolvero gorotex "e mi dice "problem hic".......sono ad un bivio.... mi stimola !!!! una bella rissa sai che casino che verrebbe fuori, ma le 1000 du sud deve proseguire e umilmente inchino "no problem" !!!! Smette di piovere, cena cambio abiti e via verso Ampus , dopo pochi km si aggrega Mario rimasto da solo dopo l'abbandono di Giuseppino, molto felice nel rivederci dopo km che naviga da solo, lui purtroppo non è riuscito ad evitare il temporale l'ha beccato con farcita anche un po di grandine !!!! Pochi indumenti con lui ha optato per la velocità, vestito estivo con un misero spolvero antiacqua.....fortuna che è un bel orso di Bormio !!!!! La magica notte ritorna a farci compagnia , ma porta con lei strade molto pericolose ricoperte di tutto di più e una fitta nebbia che entra nei polmoni come bisturi, l'armata non fa una piega e guidati da Piero ( numero 1 nella guida notturna) si vola.....!!!!!
Ore 1 siamo ad Ampus , foto cartello paese per testimoniare il passaggio, abbracci, baci, ci siamo 40 km ci separano dall'impresa ......felicità tanta felicita tutto scorre come in un film, Piero ritorna a macinare seguito dai tre scudieri, ultimi km....comincia la bagar, non so dove il fisico trovi le forze dopo 1000 km.13000 mds e due ore di sonno in tre giorni....uno scatto dietro l'altro....parte jimmy e riparte Mario, parte Musseu e riparte Piero....incredibile a scatti arriviamo all'entrata di Carcès.....siiiiiiiiiiiiiiii siiiiiiiiiii siiiiiiiii grande performance , sono troppo felice dopo due mesi di stop forzato sono tornato a volareeeeeeeeeee ......e vaiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii.
Una grande avventura, molto tosta, dura, selvaggia, sfidata in autonomia il che rende il tutto ancora più magico, 66 ore e 20 minuti d'infinita libertà .
Due scudieri al mio fianco di grande spessore Jimmy e Piero, due anime vere, pure, è stato per me un'onore poter condividere con loro il cammino verso l'oltre le 1000 du sud , grazie ragazzi di cuore per avermi regalato gioia, felicità.
Mario...l'orso di Bormio grande personaggio, grande anima, gran gamba ....è stato bello viaggiare con te !!!!
GRAZIE.... GRAZIE Sophie , o magica Sophie ci hai regalato la semplicità, la bellezza della vita.
Grazie madre natura , grazie Provenza terra seducente, selvaggia, profumata, libera, spero che il mio cammino varchi ancora i tuoi sentieri.  VIDEO LE 1000 DU SUD 
VIDEO AMICI D'AVVENTURA

martedì 6 settembre 2011

Emozioni di volo "Re Stelvio"

Eccomi qua, con l'anima più leggera di una nuvola, pronto a volare
Eccomi qua pronto a risvegliarmi dal torpore del nulla, dispiegare di nuovo le ali verso quel silenzio che travolge.
Eccomi qua a cercare il vento, il sole le stelle che porteranno il mio sorriso verso il sogno.

Ci siamo.... la mia insana follia mi chiama verso l'oltre, tutto rema contro e allora....andiamo !!!! 
Nel silenzio del re Stelvio, nel vento della val d'Adige, nello specchio notturno del lago di Garda, un 370 km nel profondo dell'anima a cercare la vita.
Scalata della cima coppi, anime e sudore, tutto magico e vero, nessun fake , ognuno con la propria fatica, energia per arrivare oltre, per vivere attimi avvolti da madre natura e quel magico silenzio, lontani dal nulla artificiale quotidiano.
Val D'Adige con la sua meravigliosa pista ciclabile , mi permette di respirare le meraviglie che circondano il fiume Adige. 
Anime randagie, la fatica nel penetrare il vento accompagnano il mio cammino.
La notte arriva come d'incanto alla virata sul lago di Garda......che meraviglia, emozioni da pelle d'oca  
il fascino del lago di Garda di notte, nessuna parola può descrivere quello che sa regalare, c'è solo da tuffarsi nel suo essere !!!!! 
Sono tornato a VOLARE, sono tornato LIBERO.....e vaiiiiiiiiiiiiiiii . 


martedì 23 agosto 2011

LA MIA P.B.P......!!!!!!!

La vita ......una sfida continua, di sogni realizzati e non... è si di sconfitte !!!!
Non so se ridere o piangere , gioia e dolore invadono la mia anima, felice di ESSERE ma "ferito"
La vita.... va presa come viene senza rimpianti, ci sono alti e bassi l'importante è viverla fino in fondo con amore e gioia.
18 Luglio ore 20,30 steso su un lettino avvolto in un camicione bianco...eccomi qua pronto ad un'altra battaglia, questa volta non a scalare le mie montagne, non ad attraversare il mio amato lago, non a varcare i confini dell'oltre....ma a sconfiggere chi mi ostacola verso il mio infinito, ancora prima di varcare la porta della sala operatoria la mia mente elabora già il recupero, si il recupero per tornare a volare.
Tutto nasce dopo l'ultima avventura del Monte grappa Challenge, era già un mesetto che il mio fisico richiamava di "mollare" un po'....perdita di peso e stanchezza arrivate oltre ogni confine, ma il limite di quando si è abituati ad andare oltre è la mente che lo decide, il fisico esegue !!!!
Tutto programmato faccio questa e poi fino alla P.B.P. si va a spasso.
La sera dopo l'avventura non sto bene, ho i brividi....ma sarà stanchezza !!!! mi misuro la febbre....39 e vaiiiiiiii c'è qualcosa che non va !!!! nessun sintomo particolare a parte un piccolo rigonfiamento nel sotto sella, tachipirina e vado a letto.
La mattina mi risveglio in un lago, tutto bagnato, lenzuola fradice e un'incredibile rigonfiamento sottosella che varcava fino a meta coscia interna.
Dopo vari consulti da amici medici il mio istinto mi richiama al pronto soccorso, ore 18 ci sono....ore 20,30 sono in sala operatoria, ascesso perianale dovuto allo schiacciamento prolungato della zona, bisogna tagliare subito altrimenti si rishia di andare oltre !!!!
Tempi di recupero pazzeschi a detta dei prof tre quattro mesi prima che possa appoggiare il culo sulla sella !!!
Dopo un giorno di ospedale dove ogni attimo vissuto assieme a i miei compagni di stanza è stato un arricchimento importante di questo cammino "ciao CESARE il tuo sorriso la tua voglia di vivere sarà sempre con me " me ne torno alla mia meson .
Adesso comincia il lungo recupero, la mia P.B.P......si perché quella vera del 21 Agosto mi sta sfuggendo di mano e io devo in tutti i modi cercare, lottare per poter esserci quel giorno, qualsiasi sia il verdetto devo lottare fino alla fine.
Dopo una settimana di relax totale il mio fisico ricomincia a scalpitare, ha voglia di fare anche se devo dire che la ferita rimasta ...non scherza e deve guarire spontaneamente, non verrà chiusa è l'unico modo perché guarisca bene !!!!!
Seconda settimana, lunghe camminate con la mia Lady, la macchina comincia a muoversi.....che massacrata imbottito di tutti quei "veleni" !!!!
Quindici giorni son passati dall'intervento, devo tornare sul caval de fero anche per pochi attimi ma devo, faccio per salire appena il mio fondoschiena tocca la sella .......nooooooo impossibile, ritorno in casa e mi metto davanti al computer.....possibile che non ci sia una sella che mi permetta di pedalare , possibile che nessuno abbia avuto questo problema e non ha pensato qualcosa !!!
Se tu vuoi sapere qualsiasi cosa basta andare in internet e il mondo si apre davanti a te .
Ci sono, un sacco di persone hanno avuto questo problema, ognuno dice la sua e propone, raccolgo il tutto e mi faccio la mia opinione , opto per due tipi di sella ormai affermate sul mercato come selle antiprostata e interpello un artigiano italiano che ha creato una sella da provare !!!!
Faccio l'ordine per tutte e tre, nell'attesa un'idea folle mi gira per la mente....perche non provare a fare un giro senza sella, provare il pedalare in piedi , una nuova sfida così per gioco !!!!!
Cinque del mattino di lunedì primo agosto, furtivamente senza svegliare nessuno, mi infilo i pantaloni da ciclista e si parte, bici già pronta dalla sera prima, che emozione che gioia...e vaiiiii si vola , pochi km ma che Felicità, si ritorna a casa con la promessa che domani si allunga.
Ore 5 del 2 agosto via si parte poche ore di sonno passate a pensare..... la mia mente elabora grandi progetti, provare a fare l'anello della Peri/Fosse un 70 km di oltre , un 70 km per tornare a volare e ad incrementare un'altro sogno ....scalare la mitica salita per cinquanta volte nel 2011 il giorno del mio cinquantesimo compleanno il 9 ottobre, con qualche pausa "ristoro" mi ritrovo a Peri....che emozione, sono li da lei la mia Peri/ Fosse a chiederle qualche attimo del suo tempo, la fatica invade ogni mia cellula ma alla fine si arriva a Fosse !!!
Al mio rientro a casa arriva il corriere con ben due selle nuove da provare, 3 e 4 agosto stessa ora stesso giro però con appoggio " precario" del fondo schiena , tutto ok la gamba gira e il fisico comincia a rigenerarsi, arriva la terza sella altro giro il 5 agosto che porta a quota 38 la "scalata" e mi fa decidere per la sella da usare fino al recupero totale poi si vedrà !!!!
Sempre attento a non compromettere il lento cammino verso la guarigione il miei giri prendono corpo portandomi a varcare sempre mete più lontane, tutti percorsi a me molto cari che hanno formato l'anima di Musseu, giro della valle, tratti della V.R.V, il lago di Garda e le salite della Lessinia/Baldo.....fra poco credo che tornerò a volare verso lunghi confini, la mia P.B.P. si sta completando....quella vera partita il 21 Agosto lo lasciata andare troppo alto il prezzo da pagare per esserci, anche se ho lottato fino all'ultimo giorno prima di mollare, mi è costato molto ma fa parte del gioco e bisogna avere il coraggio di rinunciare.
Ho lasciato tutti i miei amici randagi volare da soli.
Ho lasciato la mia anima "ultra" Luigi correre senza il mio respiro......ma ritornerò e riprenderemo il lungo cammino verso l'oltre, VERSO IL SOGNO..........E VAIIIIIIIIII.